Dollaro, c’è da scommetterci

A
A
A

I primi dieci fondi monetari in valuta extra euro sono in dollari

Avatar di Redazione18 marzo 2019 | 12:05

Nei primi mesi del 2019 il biglietto verde americano sta spingendo al massimo. Infatti, come scrive MF – Milano Finanza, almeno i primi dieci fondi monetari in valuta extra-euro sono in dollari. La crescita economica solida che sta caratterizzando gli Stati Uniti è uno dei fattori a incidere di più. Ma, a fare la parte del leone, è anche un differenziale di rendimenti favorevole, con tassi a breve oltre il 3%. Il dollaro, inoltre, si è continuato a rafforzare sulle monete dei mercati emergenti, nonostante la Fed, guidata da Jerome Powell, recentemente abbia assunto una politica monetaria più accomodante. Il dollaro, quindi, va molto forte: ma attenzione, perché le tensioni Usa-Cina e un eccessivo rafforzamento del dollaro potrebbero in futuro pesare sulla crescita a stelle strisce. Pertanto, si legge su MF, un qualche tipo di copertura resta necessaria.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Monete, il ruggito del dollaro fa crollare l’euro

Banca Imi, tris di bond in dollari e rubli

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Ubs Wealth Management neutrale sull’euro/dollaro

Usa: i dati macro fanno recuperare il dollaro, in calo i T-bond

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Dollaro a picco dopo ennesimo schiaffo a Trump da parte del Congresso

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

Petrolio sotto tono, le tensioni Usa-Iran rafforzano il dollaro

Credit Suisse quota obbligazioni in dollari sul Mot

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Source: il 2017 sarà positivo ma volatile, occhio a bond emergenti e dollaro

Euro/dollaro verso la parità secondo Deutsche Bank

Wall Street frenata dai dati del mercato del lavoro

La Fed non tocca i tassi, lascia aperta possibilità rialzo in autunno

A New York l’ottimismo torna a prevalere

Il dollaro può far cadere il prezzo del petrolio

A settembre la Fed portebbe alzare i tassi di uno 0,25%

L’oro potrebbe calare sotto i mille dollari l’oncia

La Fed vede la ripresa ancora fragile, aspetterà ad alzare i tassi

Ci mancavano solo le voci sul dollaro per fiaccare le borse europee

Usa: Pil cala meno del temuto nel I trimestre

Pochi scambi, molte incertezze, risultato: euro in calo

Tokyo vola sui massimi a 15 anni, grazie al dollaro

L’euro non attira le banche centrali

Euro al tappeto contro dollaro dopo le parole di Draghi

Tassi: la Fed potrebbe prendere ancora tempo

Wall Street apre in ripresa, il dollaro rallenta

New York alla finestra, guarda a Bce e Russia

Wall Street indietreggia dopo i dati macro, vola il dollaro

Ti può anche interessare

Lombard Odier Im: liquidità frammentata, le nuove sfide nel mondo post-Lehman

In questo nuovo mondo post-crisi, la capacità dei mercati liberi, quando si tratta di un'efficiente ...

Consulenti finanziari, un tour con Anima

Dopo la prima edizione, dal prossimo 14 maggio 2019, il roadshow di Anima riparte per 13 ulteriori t ...

Capital Group: Europa, fondamentale essere selettivi

Prevedibilmente, il mercato azionario europeo si è indebolito in risposta alle nuove preoccupazioni ...