Dollaro, c’è da scommetterci

A
A
A

I primi dieci fondi monetari in valuta extra euro sono in dollari

Avatar di Redazione18 marzo 2019 | 12:05

Nei primi mesi del 2019 il biglietto verde americano sta spingendo al massimo. Infatti, come scrive MF – Milano Finanza, almeno i primi dieci fondi monetari in valuta extra-euro sono in dollari. La crescita economica solida che sta caratterizzando gli Stati Uniti è uno dei fattori a incidere di più. Ma, a fare la parte del leone, è anche un differenziale di rendimenti favorevole, con tassi a breve oltre il 3%. Il dollaro, inoltre, si è continuato a rafforzare sulle monete dei mercati emergenti, nonostante la Fed, guidata da Jerome Powell, recentemente abbia assunto una politica monetaria più accomodante. Il dollaro, quindi, va molto forte: ma attenzione, perché le tensioni Usa-Cina e un eccessivo rafforzamento del dollaro potrebbero in futuro pesare sulla crescita a stelle strisce. Pertanto, si legge su MF, un qualche tipo di copertura resta necessaria.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Monete, il ruggito del dollaro fa crollare l’euro

Banca Imi, tris di bond in dollari e rubli

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Ubs Wealth Management neutrale sull’euro/dollaro

Usa: i dati macro fanno recuperare il dollaro, in calo i T-bond

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Dollaro a picco dopo ennesimo schiaffo a Trump da parte del Congresso

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

Petrolio sotto tono, le tensioni Usa-Iran rafforzano il dollaro

Credit Suisse quota obbligazioni in dollari sul Mot

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Source: il 2017 sarà positivo ma volatile, occhio a bond emergenti e dollaro

Euro/dollaro verso la parità secondo Deutsche Bank

Wall Street frenata dai dati del mercato del lavoro

La Fed non tocca i tassi, lascia aperta possibilità rialzo in autunno

A New York l’ottimismo torna a prevalere

Il dollaro può far cadere il prezzo del petrolio

A settembre la Fed portebbe alzare i tassi di uno 0,25%

L’oro potrebbe calare sotto i mille dollari l’oncia

La Fed vede la ripresa ancora fragile, aspetterà ad alzare i tassi

Ci mancavano solo le voci sul dollaro per fiaccare le borse europee

Usa: Pil cala meno del temuto nel I trimestre

Pochi scambi, molte incertezze, risultato: euro in calo

Tokyo vola sui massimi a 15 anni, grazie al dollaro

L’euro non attira le banche centrali

Euro al tappeto contro dollaro dopo le parole di Draghi

Tassi: la Fed potrebbe prendere ancora tempo

Wall Street apre in ripresa, il dollaro rallenta

New York alla finestra, guarda a Bce e Russia

Wall Street indietreggia dopo i dati macro, vola il dollaro

Ti può anche interessare

Asset allocation, una nuova scommessa sugli emergenti

Tornare a scommettere su questa asset class, ecco perchè ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 23/09/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Fondi, top e flop del 24/12/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...