AllianzGI, il portafoglio è intelligente

A
A
A
Francesca Vercesi di Francesca Vercesi 10 Settembre 2020 | 10:53
Il fondo Allianz Global Artificial Intelligence punta su innovazioni dirompenti per l’economia

Deep learning, machine learning, big data, visione 3D sono solo alcuni settori al centro della rivoluzione portata dall’intelligenza artificiale. AllianzGI è stata lungimirante nel riconoscere l’impatto delle innovazioni tecnologiche sviluppate negli scorsi anni, che ora rendono possibile lo sviluppo e l’utilizzo dell’AI in tantissimi settori. Basti pensare che entro il 2030 l’AI potrebbe apportare all’economia globale 15.700 miliardi di dollari. Ne parla Sebastian Thomas (nella foto), portfolio manager del fondo Allianz Global Artificial Intelligence di AllianzGI.

L’AI è sempre più determinante e in grado di rivoluzionare interi modelli di business. Quali sono le opportunità d’investimento?

Sono molteplici e la potenza creativa della disruption sembra essere inarrestabile. I potenziali benefici hanno convinto molti osservatori a equiparare il suo progresso a quello della prossima rivoluzione industriale: trasformazioni che avranno impatto su numerosi settori e aree quali i trasporti, la finanza, la sanità o l’industria manifatturiera. Il potere creativo della disruption non può certo impedire le crisi ma può superarle e creare qualcosa di nuovo. L’AI non riguarda solo i robot ma è alla base di numerose altre tecnologie che stanno rivoluzionando il nostro modo di vivere.

Quali sono le caratteristiche dell’Allianz Global Artificial Intelligence?
È una strategia d’investimento azionaria basata su società globali che sviluppano tecnologie di intelligenza artificiale: dai big data alle infrastrutture informatiche, dall’automazione sanitaria alle auto a guida autonoma fino all’internet delle cose e alle reti 5G. Il focus dunque è sulle società coinvolte nello sviluppo dell’intelligenza artificiale o destinate a beneficiarne. Il fondo non dovrebbe essere direttamente comparato ai tradizionali fondi o indici del settore tecnologico, in quanto presenta una correlazione con l’MSCI World Information Technology Index di appena l’11,8%.

Si tratta dunque di un investimento rischioso ma che presenta nello stesso tempo anche un grande potenziale di rendimento…

Esatto. Crediamo che l’AI possa diventare il motore più potente dell’innovazione in tutti i settori per diversi decenni a venire. Le società in grado di partecipare attivamente a questo cambiamento offrono un buon potenziale di crescita e sono ben posizionate per assicurarsi una importante fetta dei profitti. L’intelligenza artificiale ha anche un ruolo decisivo nella promozione della crescita sostenibile. Gli algoritmi intelligenti sono ottimali per elaborare ingenti quantità di dati e affrontare elevati livelli di complessità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

AllianzGI si rafforza con Ferrata

Gestori attivi per vocazione

Allianz GI, al via l’accordo di distribuzione con Sol&Fin Sim

NEWSLETTER
Iscriviti
X