Natixis-H20, dopo l’imbarazzo ora è tempo di divorzio

A
A
A
Avatar di Redazione 6 Novembre 2020 | 10:26

Sono stati comunicatii risultati del terzo trimestre e dei primi nove mesi dell’anno di Natixis, multinazionale francese di servizi finanziari internazionale specializzata in Asset&Wealth management, Corporate &Investment Banking, Assicurazione e Pagamenti.

In concomitanza con la pubblicazione dei risultati trimestrali, il consiglio di amministrazione ha deliberato importanti cambiamenti strategici che riguardano il settore dell’asset management.

·      Utile netto 3Q                 39 milioni di euro

·      Risultato corrente 3Q     1,76 miliardi di euro

·      CET1 ratio 3Q                   11,7%

·      Taglio di costi al 2024     350 milioni di euro

·      Distribuzione del dividendo a partire dal primo semestre 2021

Natixis ha inoltre annunciato una notizia importante, probabilmente figlia anche delle vicende che hanno avuto clamore sui media nel 2019: la società ha infatti confermato sono attualmente in corso le negoziazioni per uscire entro il 2021 dalla partnership con H20 Asset Management (non più considerata un asset strategico per il gruppo).

A margine di questo annuncio ecco altri spunti emersi:

·      Natixis e La Banque Postale hanno completato l’integrazione delle rispettive  aree di business relative al Fixed Income e  ai prodotti assicurativi in Ostrum Asset Management, creando così un nuovo leader nel settore dell’asset management in Europa con AUM e asset in amministrazione complessivamente pari a 1,100 miliardi di euro

·      Ostrum Asset Management è detenuta per il 55% da Natixis Investment Management e per il 45% da La Banque Postale Asset Management

·      Il Piano Strategico 2024 verrà presentato a inizio giugno 2021

·      Natixis ridurrà il costo del rischio e accelererà la transizione green del portafoglio energetico della banca, in particolare uscendo dai settori dello Shale Oil &Gas entro il 2022

Nicolas Namias, Amministratore Delegato di Natixis ha detto:

“Natixis ha preso una serie di decisioni strategiche e operative per preparare il proprio futuro. Il nostro obiettivo è riportare Natixis su un percorso di creazione di valore sostenibile. La crescita nella nostra divisione Asset Management sarà sostenuta dalla fusione operativa tra La Banque Postale AM ​​e Ostrum AM, che ha aumentato il nostro patrimonio gestito fino a quasi 1100 miliardi di euro, e dalla decisione di far evolvere il nostro rapporto con H2O AM. Nel frattempo, i risultati della nostra attività di Corporate & Investment Banking diventeranno più stabili grazie all’adeguamento del nostro posizionamento nei derivati ​​azionari e alla riduzione della nostra esposizione al settore Oil & Gas. Queste decisioni segnano un passo importante nello sviluppo e nella crescita di Natixis e aprono la strada alla preparazione del nostro piano strategico 2024, che sarà pubblicato all’inizio di giugno 2021. L’ultimo trimestre ha segnato anche un ritorno agli utili positivi per Natixis con Insurance and Payments che hanno registrato una solida crescita, Asset & Wealth Management che ha tenuto bene, in particolare in termini di asset under management, e i ricavi del Corporate & Investment Banking si sono stabilizzati. In un contesto economico e sanitario così straordinario, vorrei rendere omaggio all’impegno e alla dedizione dei team di Natixis nel servire i nostri clienti e nel supportare il finanziamento dell’economia, nonché riaffermare la fiducia che ho nella capacità di Natixis di perseguire le proprie ambizioni.”

Qui di seguito invece una nota della società relativa alla sopracitata scelta di concludere il rapporto di collaborazione con H2O.

H2O AM e Natixis IM hanno avviato dei colloqui in vista di un progressivo e ordinato scioglimento del loro rapporto di collaborazione. Tale evoluzione deve essere presa in considerazione dalle autorità di vigilanza competenti e richiederà l’approvazione delle autorità di vigilanza. Questi colloqui riguardano una potenziale vendita graduale della quota di Natixis IM in H2O AM. La società di gestione intende infatti dare una nuova direzione al suo sviluppo, visto che il periodo di lock up decennale previsto dal patto parasociale con Natixis IM è giunto al termine. I colloqui riguardano inoltre i piani di H2O AM di farsi carico della distribuzione dei suoi prodotti durante un periodo di transizione che dovrebbe durare fino alla fine del 2021. Questa organizzazione commerciale è già attiva in Francia con i consulenti finanziari francesi dal 2019 e sarà estesa da H2O AM a livello globale nel migliore interesse dei suoi clienti. A tempo debito e in linea con il processo regolamentare, H2O AM farà un ulteriore annuncio in merito all’impatto di queste proposte sulla sua attività, compresa la sua struttura azionaria e le modifiche al suo approccio di governance. H2O AM proseguirà la sua espansione concentrandosi al tempo stesso sulle sue competenze Global Macro, che sono rimaste indiscusse negli ultimi 25 anni.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X