Fondi, la corsa continua. Amundi, una raccolta al top

A
A
A
di Redazione 22 Dicembre 2021 | 11:42

Dopo i già ottimi risultati di ottobre, il 2021 si conferma ancora una volta un anno di crescita per l’industria del risparmio gestito. I numeri dell’Ufficio Studi di Assogestioni certificano per il mese di novembre una raccolta netta pari a 7,7 miliardi di euro, con il dato sui flussi in entrata che da inizio anno si attesta a 83,9 miliardi. Raggiunto inoltre un nuovo record di patrimonio che passa dai 2.560 miliardi di fine ottobre a 2.574 miliardi.

Nell’undicesimo mese dell’anno i fondi aperti hanno attirato flussi per 3,5 miliardi mentre le sottoscrizioni totalizzate dai fondi di lungo termine ammontano a 4,7 miliardi. I risparmiatori italiani hanno indirizzato le proprie preferenze in particolare sui fondi azionari (+2,4 miliardi) e sui bilanciati (+1,8 miliardi).

Per quanto riguarda la domiciliazione dei prodotti di investimento oggetto di raccolta, il mese di novembre si rivela il migliore del 2021 per i fondi di diritto italiano che superano il miliardo di flussi netti positivi.

Le società

Il mese di novembre offre un podio degli afflussi differente a quello di ottobre. A dominare la scena è il gruppo Amundi con oltre 2,27 miliardi di apporti, seguito da Poste Italiane con oltre 2,12 miliardi. Terzo posto per Anima con oltre 2,07 miliardi di euro. I deflussi più sostenuti del mese sono invece quelli del gruppo Generali, che mostra un bilancio in negativo per oltre 1,3 miliardi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, commodity al top in scia a guerra e contenimento delle emissioni

Amundi: un solido trimestre in scia agli afflussi negli asset a medio/lungo termine

Fondi, la corsa non si ferma. Amundi si prende il primato

NEWSLETTER
Iscriviti
X