Fondi: ecco i vincitori dell’ESG Champions 2022

A
A
A
di Redazione 18 Gennaio 2022 | 12:29

MainStreet Partners, specialista in ESG Advisory e Portfolio Analytics fondata nel 2008, ha annunciato i fondi e gli asset managers vincitori del premioESG Champions” 2022.

Simone Gallo, Managing Director di MainStreet Partners, ha dichiarato: “Per molti anni MainStreet Partners ha implementato un processo strutturato utilizzando una solida metodologia proprietaria per valutare il livello ESG e di sostenibilità di un fondo. Questa metodologia olistica è stata creata per supportare gli investitori a identificare prodotti e strategie realmente sostenibili in tutte le sub-asset class ed evitare il greenwashing. Oggi più che mai, gli investitori come banche, wealth managers e compagnie assicurative, apprezzano la due diligence ESG che forniamo attraverso i nostri rating. Siamo considerati dai nostri clienti come un team ESG addizionale che lavora in stretta collaborazione con le loro risorse interne per gestire i rischi ESG, evitare il greenwashing e costruire un’offerta innovativa di prodotti sostenibili”.

“Dopo la prima edizione del premio dello scorso anno, anche nel 2022 abbiamo scelto di dare un riconoscimento speciale a un numero selezionato di fondi che si sono distinti nella loro categoria tra un totale di 4.200 fondi gestiti da oltre 160 asset managers, valutati dal nostro team di ricerca. Considerati lo sviluppo e l’ampiezza crescente dell’offerta di fondi ESG, abbiamo individuato diverse categorie tra azionario, reddito fisso, multi-asset e investimenti tematici insieme al miglior gestore e alla migliore boutique. I nostri analisti hanno basato le loro decisioni sui modelli proprietari di MainStreet Partners e hanno selezionato un vincitore per ciascuna delle categorie”.

I vincitori per il 2022 sono:

Nel commentare la metodologia, Simone Gallo ha dichiarato “I nuovi regolamenti UE richiedono l’identificazione e la divulgazione dei rischi di sostenibilità che, a nostro avviso, vanno oltre il semplice rating medio delle partecipazioni in portafoglio perché, tra le altre cose, coinvolgono anche l’approccio dell’asset manager alla sostenibilità, il suo impegno, le informazioni su cui fare disclosure, come i principi di sostenibilità sono incorporati nel processo di investimento e come questi possano influenzare i risultati finanziari. Questi aspetti sono fortemente condizionati dalle azioni, dalle politiche e dalle procedure che gli asset managers devono mettere in atto per prendere decisioni informate e costruire i portafogli. Inoltre, quando si esamina il portafoglio, è necessario prendere in considerazione anche le controversie, dal momento che spesso non sono incorporate tempestivamente dai puri rating delle società”.

“Il nostro approccio supera questi problemi valutando l’asset manager e il team di gestione, oltre la strategia di investimento e la valutazione del portafoglio. Tutto questo fa sì che il nostro rating complessivo dei fondi ESG sia più stabile ed olistico”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Road to ITForum: con Consultique consulenza finanziaria indipendente e d’eccellenza

A ITForum Etn tematici e certificati Recovery Bonus sotto la lente

Road to ITForum, Forex: didattica al top con ActivTrades

NEWSLETTER
Iscriviti
X