Azimut, Giuliani: il bisogno di diversificare farà riscoprire il valore dei fondi

A
A
A
di Redazione 23 Novembre 2012 | 13:36

Il presidente e amministratore delegato del gruppo spiega in un'intervista che la crisi ha alzato il livello di attenzione dei risparmiatori italiani.


LO STRUMENTO PIÙ EFFICIENTE – Nei prossimi mesi “la necessità di diversificare porterà gli investitori a riscoprire lo strumento finanziario più efficiente: il fondo comune di investimento". Parola di Pietro Giuliani, presidente e a.d. del gruppo Azimut, che in un’intervista rilasciata al Messaggero osserva come la crisi abbia alzato il livello di attenzione sugli investimenti, facendo "scoprire ai risparmiatori italiani che esiste altro oltre al semplice conto corrente e al Btp".

DIVERSIFICARE – Oggi più che mai, ha detto Giuliani, "è importante diversificare non solo per asset class ma anche per mercati e valute, così da poter mantenere il potere d'acquisto e il valore dei risparmi nel tempo". Le manovre finanziarie e le spinte recessive nel Paese, ha continuato il numero uno della società attiva nel settore del risparmio gestito, che ha un portafoglio da 19 miliardi di euro, “hanno provocato un calo della quantità di risparmio, riducendo sia i flussi in entrata di risparmio gestito sia la volontà di avere prodotti con alta volatilità. L'aumento delle aliquote sul capital gain e sui dividendi, rispetto alle aliquote sulle obbligazioni statali, ha portato un ulteriore drenaggio di liquidità di risparmio gestito”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti