Banco Popolare soffre in Borsa, gli occhi di Moody’s sul titolo

A
A
A
di Daniel Settembre 28 Novembre 2012 | 09:03

L’istituto è la peggior blue chip di Piazza Affari dopo che l’agenzia di rating internazionale ha messo il titolo sotto osservazione per un possibile declassamento
 

TITOLO GIU’Banco Popolare è al momento la peggior blue chip di Piazza Affari con circa il 2,5% di ribasso. A pesare sul titolo la decisione di Moody’s che ha messo sotto osservazione l’istututo per un possibile declassamento a “junk”, cioè spazzatura, il rating “Baa3”. La revisione, secondo gli analisti americani, è legata ai timori per il deterioramento della qualità degli asset che rimane sotto pressione a causa del difficile contesto macroeconomico. Da inizio anno il Banco Popolare sta registrando una perfomance positiva di circa il 15%.

ENI PROMOSSA – Stamattina, inoltre, è arrivato anche il giudizio di Morgan Stanley su Eni che però non brilla sul Ftse Mib e sta registrando un lieve calo dello 0,11%. L’operazione di cessione di 33,2 milioni di azioni di Galp Energia (il 4% del capitale) farà incassare al cane a sei zampe circa 381 milioni di euro, che si sommano ai 1,028 miliardi frutto del collocamento di bond convertibili in azioni Galp. Il broker staunitense ha alzato la promozione “overweight” da “equalweight”, con target price a 20,2 euro. Il broker consiglia di puntare sulle società europee in grado di garantire il pagamento di alti dividendi anche in caso di ulteriori peggioramenti del quadro macroeconomico, Eni è una delle preferiti di questo ristretto gruppo di titoli del segmento dell’energia.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X