UniCredit: boom di richieste per il bond decennale in dollari

A
A
A
di Redazione 30 Aprile 2013 | 07:33

Le obbligazioni, collocate direttamente da UniCredit in collaborazione con Bnp Paribas e Citigroup, sono state richieste da tutto il mondo al punto che il book si è chiuso in poche ore


DOMANDA BOOMUniCredit fa il pieno di dollari. Con un’operazione lampo, già pianificata da tempo, Piazza Cordusio ha collocato sul mercato un titolo subordinato Lower Tier 2 decennale da 750 milioni, riscuotendo i favori degli investitori internazionali. Le obbligazioni, collocate direttamente da UniCredit in collaborazione con Bnp Paribas e Citigroup (con un taglio minimo 200mila dollari), sono state richieste da tutto il mondo al punto che il book si è chiuso in poche ore dall’apertura facendo registrare richieste per oltre tre miliardi di dollari da parte di oltre 250 investitori.

LE CARATTERISTICHE – Più nel dettaglio, ha fatto sapere l’agenzia di stampa Reuters, l’emissione è stata distribuita per circa il 74% a fondi, per 11% a società di private banking e per il 6% a banche con richieste che sono giunte principalmente dal Regno Unito (38%), Italia (10%), Stati Uniti (10%), Svizzera (9%), Francia (8%) e Asia (6%).

CEDOLA – La cedola, spiega una nota, è stata “considerevolmente rivista al ribasso” rispetto all’indicazione iniziale in area 6,75% “grazie a un responso molto positivo da parte del mercato”. Il tasso, a fronte di un prezzo di emissione a 100, si è quindi allineato a quello offerto dagli altri titoli UniCredit e in particolare al bond UniCredit 6,95% con scadenza ottobre 2022, sempre subordinato, che ai prezzi attuali (106) rende circa il 6,20% a scadenza.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X