Capitale protetto e prime cedole al 6% (lordo) per i nuovi bond Credit Suisse

A
A
A
di Redazione 19 Gennaio 2017 | 16:13

Credit Suisse ha quotato sul MOT di Borsa Italiana le nuove obbligazioni a tasso misto in dollari Usa con scadenza gennaio 2027.

Cosa offrono
Le nuove obbligazioni Credit Suisse (codice ISIN XS1532610323) sono denominate in dollari e sono caratterizzate da un tasso misto. Per i primi due anni pagano infatti una cedola annua lorda pari al 6,0% del valore nominale in dollari USA e, dal terzo anno fino a scadenza, cedole variabili corrisposte annualmente pari al tasso USD Libor a 3 mesi +0,25%, con un minimo pari a zero (se il tasso di riferimento dovesse risultare pari a zero o negativo, la cedola relativa sarà sempre pari al tasso USD Libor a 3 mesi + 0,25% con minimo pari a zero. Di conseguenza, l’investitore potrebbe non ricevere alcuna cedola variabile per quel periodo).

A scadenza, inoltre, oltre all’ultima cedola, l’obbligazione offre il rimborso del capitale pari al 100% del valore nominale in dollari USA. Il rimborso del 100% del valore nominale si applica solo se le obbligazioni sono detenute fino a scadenza (l’investitore è naturalmente sempre soggetto al rischio emittente).

A chi possono interessare
Questo tipo di obbligazioni è rivolto a un investitore che abbia una visione rialzista sul dollaro Usa (Per un investitore italiano il rendimento effettivo delle obbligazioni dipenderà dal tasso di cambio tra questa valuta e il dollaro Usa durante la durata dell’Obbligazione) e che abbia l’obiettivo di preservare il capitale investito e ottenere un rendimento variabile in dollari Usa, con un orizzonte temporale di dieci anni.
Le obbligazioni consentono agli investitori di beneficiare di un potenziale rialzo dei tassi americani a partire dal terzo anno, dopo aver ricevuto le prime due cedole fisse del 6%.

Per maggiori dettagli e la documentazione legale delle obbligazioni: www.credit-suisse.com/obbligazioni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pronti, Recovery, via. Le nuove obbligazioni governative sotto la lente

Mercati, decennale Usa atteso sopra il 2%

Fondi, da State Street tre nuovi comparti Sustainable Climate Bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X