Capitale protetto e prime cedole al 6% (lordo) per i nuovi bond Credit Suisse

A
A
A
di Redazione 19 Gennaio 2017 | 16:13

Credit Suisse ha quotato sul MOT di Borsa Italiana le nuove obbligazioni a tasso misto in dollari Usa con scadenza gennaio 2027.

Cosa offrono
Le nuove obbligazioni Credit Suisse (codice ISIN XS1532610323) sono denominate in dollari e sono caratterizzate da un tasso misto. Per i primi due anni pagano infatti una cedola annua lorda pari al 6,0% del valore nominale in dollari USA e, dal terzo anno fino a scadenza, cedole variabili corrisposte annualmente pari al tasso USD Libor a 3 mesi +0,25%, con un minimo pari a zero (se il tasso di riferimento dovesse risultare pari a zero o negativo, la cedola relativa sarà sempre pari al tasso USD Libor a 3 mesi + 0,25% con minimo pari a zero. Di conseguenza, l’investitore potrebbe non ricevere alcuna cedola variabile per quel periodo).

A scadenza, inoltre, oltre all’ultima cedola, l’obbligazione offre il rimborso del capitale pari al 100% del valore nominale in dollari USA. Il rimborso del 100% del valore nominale si applica solo se le obbligazioni sono detenute fino a scadenza (l’investitore è naturalmente sempre soggetto al rischio emittente).

A chi possono interessare
Questo tipo di obbligazioni è rivolto a un investitore che abbia una visione rialzista sul dollaro Usa (Per un investitore italiano il rendimento effettivo delle obbligazioni dipenderà dal tasso di cambio tra questa valuta e il dollaro Usa durante la durata dell’Obbligazione) e che abbia l’obiettivo di preservare il capitale investito e ottenere un rendimento variabile in dollari Usa, con un orizzonte temporale di dieci anni.
Le obbligazioni consentono agli investitori di beneficiare di un potenziale rialzo dei tassi americani a partire dal terzo anno, dopo aver ricevuto le prime due cedole fisse del 6%.

Per maggiori dettagli e la documentazione legale delle obbligazioni: www.credit-suisse.com/obbligazioni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: le opportunità della duration lunga sui bond

Mercati, bond: le nuove emissioni governative e corporate sotto la lente

Mercati: Pil Usa oggi sotto i riflettori

NEWSLETTER
Iscriviti
X