Deloitte: i ricavi dell’industria del calcio aumentano dell’11%

A
A
A
di Redazione 7 Giugno 2013 | 10:33

Premier ancora leader, ma in Europa ricavi mostruosi: 19,7 miliardi di euro. Alla Serie A il (triste) primato del più alto rapporto costo dei tesserati/ricavi (al 75%)


PREMIER LEAGUE AL TOP – La Premier League inglese con 2,9 miliardi di euro si conferma leader in termini di ricavi. La Bundesliga tedesca si conferma ancora una volta il campionato più redditizio d'Europa con 190 milioni di utili operativi. Alla Serie A il (triste) primato del più alto rapporto costo dei tesserati/ricavi (75%). I ricavi della Serie A sono ancora molto sbilanciati sul broadcasting (59%) mentre le entrate dal matchday raggiungono solo il 12%.

RAPPORTO DELOITTE – Secondo la XXII edizione dell’annuale ricerca Deloitte Annual Review of Football Finance 2013 il calcio europeo continua a cresce in termini di ricavi a ritmi superiori rispetto agli altri settori dell’economia, raggiungendo i 19,4 miliardi di euro (+11%) nella stagione 2011/12. A influenzare le performance del settore calcistico, oltre all’incremento dei ricavi generato dalle leghe “big 5” – Bundesliga (Germania), La Liga (Spagna), Ligue1 (Francia), Premier League (UK) e Serie A (Italia) – ha contribuito la manifestazione Uefa Euro 2012.

LA CRESCITA DEI CLUB – “Le cinque principali leghe europee rappresentano circa il 48% dei ricavi totali generati nella stagione 2011/12, raggiungendo i 9,3 miliardi di Euro", ha commentato Dario Righetti, partner Deloitte e responsabile consumer business. "Tale performance dimostra la continua capacità di crescita dei migliori club calcistici nonostante i negativi effetti della crisi economica internazionale. Infatti, secondo le nostre stime, entro i prossimi due anni, le maggiori leghe europee saranno in grado di raggiungere quota 10 miliardi di euro di ricavi, raddoppiando la dimensione della stagione 2001/02”.

LA CLASSIFICA – La Premier League inglese continua a essere la prima lega nel mondo, generando ricavi pari a 2,90 miliardi di euro con una crescita del 16% (4% in sterline) nella stagione 2011/12.

-La Bundesliga tedesca con un incremento di ricavi pari a 126 milioni di Euro, segna la crescita assoluta più alta in Europa, raggiungendo 1,90 miliardi di euro di fatturato (+7%). Tale crescita è stata ottenuta grazie alle performance dei due maggiori club della Germania, Bayern Monaco e Borussia Dortmund, finaliste della Champions League di quest’anno, e rispettivamente il 4° e l’11° club più grande d’Europa in termini economici.

-La Liga spagnola ha raggiunto 1,76 miliardi di euro di fatturato segnando una crescita del 3% rispetto al campionato scorso, confermandosi ancora una volta la lega più polarizzata d’Europa: mentre i ricavi di Real Madrid e Barcellona crescono in media del 7%, i restanti 18 club soffrono una diminuzione media dei ricavi del 2%.

-La Serie A italiana con il suo +1% dei ricavi rispetto alla stagione 2010/11, segna la crescita più bassa delle Top 5 d’Europa. Il fatturato giunge a 1,57 miliardi di euro, confermandosi la quarta lega europea.

-La Ligue1 registra la performance più alta in termini percentuali rispetto a tutte le altre leghe, con una crescita del fatturato del +9% raggiunge i 1,14 miliardi di euro. Il Paris- Saint Germain ha trainato la crescita del campionato francese con i suoi 222 milioni di euro di fatturato (+120% rispetto al campionato 2010/11), mentre le restanti 19 società hanno visto ridursi i ricavi aggregati di 25 milioni di Euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti