View neutrale su Enel

A
A
A
di Redazione 23 Aprile 2009 | 08:00
La riduzione di volatilità nelle ultime settimane sembra da attribuire alle attese sui dati di bilancio del gruppo Eni che nel primo trimestre dell’anno dovrebbe registrare una redditività quasi dimezzata, essenzialmente a causa del ripiegamento del prezzo del greggio.

Pesa sulla major italiana anche il calo della produzione di idrocarburi a seguito dei tagli imposti dai Paesi Opec e alle crescenti difficoltà operative in Nigeria. La tendenza di medio termine torna in neutrale in attesa di verificare il superamento di 15,50 euro, livello di resistenza statica da monitorare con interesse.

Le oscillazioni delle ultime settimane hanno contribuito a formare una figura triangolare tipica dei movimenti di consolidamento. Una figura che merita attenzione perché dalla violazione della stessa potremmo avere una indicazione direzionale che ben si addice ai trader più attenti. La view è stata riportata in neutrale perché l’appiattimento di volatilità ha degli ovvi riflessi anche sugli indicatori algoritmici, che non esprimono particolari indicazioni direzionali.

Operativamente alla rottura di 14,3 euro avremmo una proiezione a 13,25, mentre dalla violazione di 15,15 euro avremmo una proiezione a 16,30.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, utility: le azioni delle rinnovabili su cui puntare secondo Equita

Utility, eolico: Cingolani vuole dimezzare i tempi autorizzativi

Enel tenta un rimbalzo da supporto statico. I prossimi target

NEWSLETTER
Iscriviti
X