Fondi hedge – TCI taglia le commissioni per trattenere i clienti

A
A
A
di Marco Mairate 25 Giugno 2009 | 09:10
Da tempo si parla di ridurre le commissioni di gestione applicate dai gestori dei fondi hedge. L’ipotesi di ridurre i costi per la clientela sembra spinta dalle pessime performance dello scorso anno e dalla necessità dei fondi di raccogliere mezzi freschi.

The Children’s Investment Fund Management, fondo hedge fondato e gestito da Christopher Hohn, ha deciso di ritoccare le commissioni applicate ai suoi fondi e facilitare i riscatti per chi ne facesse richiesta.

Il fondo che gestisce 9,5 miliardi di dollari, ha così deciso di portare le commissioni di gestione dal 2 all’1,5% se i clienti decidono di restare nel fondo dopo la scadenza della lock-up; in aggiunta tutti gli investitori potranno avere liquidità trimestrale se resteranno nel fondo per almeno sei mesi.

La decisione di Hohn segue il pessimo andamento dei suoi fondi nel 2008, anno in cui la performance è stata negativa del 43%.

Negli Stati Uniti, un altro top manager, Steve Coehn di SAC Capital, ha deciso di rivedere commissioni e liquidità per i suoi fondi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti