Germania e Uk stringono la cinghia

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 24 Maggio 2010 | 11:30
Aumento delle tasse e riduzione delle spese fino al 2016; il piano di austerity in via d’approvazione in Germania metterebbe in ginocchio molte economie dell’Eurozona, in primis l’Italia. Anche l’Inhgilterra approva un taglio di oltre 6 miliardi di sterline.

Dopo l’approvazione da parte dei due rami del parlamento tedesco del piano che autorizza la Germania a fornire fino a 148 miliardi di euro al fondo di aiuti per i PIIGS, che avrà una dotazione di capitali pari a 440 miliardi, Berlino dà il buon esempio agli altri Paesi dell’Eurozona e si appresta ad approvare un  piano interno di austerity, che prevede tagli fino a 10 miliardi.

Il piano sarà valido fino al 2016, almeno secondo quanto appreso dal Financial Times, ma le misure che dovrebbero essere applicate costituirebbero uno shock per molte delle economie europee cui la Germania intende dare un esempio di virtù.

Il programma di tagli, infatti, dovrebbe basarsi su un aumento della pressione fiscale oltre che sulla riduzione della spesa. Il piano, tuttavia, pare comprenda anche alcune riforme atte a sostenere il mercato del lavoro, in modo da portare il rapporto deficit/Pil sotto la soglie del 3% entro il 2013.

La Gran Bretagna non esita a seguire la scia dell’austerità. Il responsabile delle finanze del nuovo governo, George Osborne, ha infatti annunciato un prossimo taglio alla spesa pubblica per un totale di 6,25 miliardi di sterline. Osborne, inoltre, ha indicato che questa sarà soltanto una prima tranche di risparmi utili a ridurre il deficit pubblico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crisi, lo spread tifa per un governo

I 5 fondi che hanno ucciso la crisi

Fondi di investimento, NN IP: nuovo comparto green a short duration

Asset allocation, una nuova scommessa sugli emergenti

Reclutamento, i magnifici 7 di Bnl-Bnp Paribas LB

Mediobanca, Nagel attacca: “Il momento è molto triste”

Investimenti: la microfinanza come asset class alternativa

Mercati, gli effetti delle trimestrali

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti: come essere pronti a gestire una crisi

Un poker di abusivi e una vecchia conoscenza…

Consulenti, 8 consigli per non impazzire in ufficio

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

La crisi 2008-2014 ha schiantato l’Italia, il reddito d’inclusione non basterà da solo

P2P lending, l’ultima minaccia dei prestiti multipli

Altro che luce in fondo al tunnel: i fallimenti aumentano

Slovenia: delude l’asta dei titoli di Stato, cresce l’allarme sulle banche

La Spagna pronta a chiedere aiuti. E lo spread risale

Santader Uk mette le mani avanti

Moody’s pessimista: tagliate le stime sul Pil dell’Italia

A Singapore è più bello fare il banchiere

Moody’s e Fitch promuovono l’Italia con riserva

Crisi Europa: Moody’s ci vede chiaro(scuro)

Swiss and Global riduce l’esposizione azionaria

G20, accordo ancora lontano

Draghi: ridurre dipendenza da agenzie di rating

Fed più vicina al quantitative easing

La ripresa? Ricetta in 5 punti

Patto di stabilità Ue, Mussari (Abi): non siamo soddisfatti

La Fed pronta a comprare bond ma su scala ridotta. E il dollaro sale

Nuova riforma vigilanza si parte dal 2011

Ue, Consiglio straordinario ministri esteri

Bini Smaghi, “non è il momento di tassare le banche”

Ti può anche interessare

Immobiliare, il lockdown non ha scalfito il mattone

L’ultimo rapporto sui prezzi delle case di idealista, il marketplace italiano di riferimento p ...

Aegon AM, nuova nomina negli investimenti responsabili

Aegon Asset Management rafforza la squadra per gli investimenti responsabili con due nuove nomine. B ...

Sfida nel trading con Banca Generali

In collaborazione con Reply, la società guidata da Gian Maria Mossa lanciano la Investment Challeng ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X