Per i super-ricchi meglio spingere la beneficenza che aumentare le tasse

A
A
A
Avatar di Redazione 5 Agosto 2014 | 08:09
Gli americani nel 2012 hanno dato in beneficenza 335 miliardi di dollari, il 2% del loro PIL. Di questi, 240 sono venuti da individui, il resto dalle imprese.

335 MILIARDI DI DOLLARI IN BENEFICENZA – Gli americani nel 2012 hanno dato in beneficenza 335 miliardi di dollari, il 2% del loro PIL. Di questi, 240 sono venuti da individui, il resto dalle imprese. Warren Buffett ha appena annunciato di aver donato altri 2,8 miliardi di dollari, somma che porta il totale delle sue condivisioni a 23 miliardi di dollari. Il saggio di Omaha si è impegnato a donare il 99% della sua ricchezza (attualmente gli “restano” 63 miliardi) Bill Gates nella sua vita ha già donato 28 miliardi, e da anni si occupa prevalentemente di filantropia con la fondazione intitolata a lui e a sua moglie. Buffett e Gates appartengono a quello 0,1% della popolazione USA che ha spaventosamente aumentato la propria ricchezza negli ultimi decenni.

Per leggere l’articolo completo di Marco Liera cliccate qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, YouInvest scommette sui robo-advisor

La coppia di 80enni investe bene ma è preoccupata da banca e bond internazionali

L’ex primario può rischiare come Buffett

NEWSLETTER
Iscriviti
X