Mps di nuovo in testa al Blueindex dopo i dati macro Usa

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Ottobre 2015 | 14:49
I dati macro Usa venerdì hanno dato ragione ai “tori” consentendo ai componenti del Blueindex di tornare a salire con poche eccezione. Meglio di tutti ha fatto nuovamente Mps

PER IL MERCATO LA FED ATTENDERA’ AD ALZARE I TASSI – I dati del mercato del lavoro americano di settembre, apparsi più deboli delle attese, hanno fatto ancora una volta calare le attese per un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve, che a questo punto sembra poter attendere dicembre o forse anche inizio 2016 prima di muoversi, così sui mercati sono tornati di prepotenza i “tori”, con rialzi robusti per buona parte dei componenti del Blueindex. Meglio di tutti ha fatto venerdì il titolo Mps, che ha chiuso in rialzo del 4,46% superando di slancio Mediolanum (+4,15%).

MPS IN LUCE, HENDERSON E JP MORGAN FRENANO – Alle loro spalle BlackRock è riuscita a salire del 2,51%, staccando tutti gli altri componenti, che non sono riusciti a guadagnare neppure il 2%. Sette azioni hanno anzi chiuso in frazionale calo, con Henderson Group e Jp Morgan Chase che sono terminate a -0,93% e -0,99% rispettivamente, chiudendo la classifica giornaliera del Blueindex a causa del prevalere di qualche presa di profitto nella prima parte della giornata solo in parte recuperata nel finale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X