Intesa Sanpaolo sale, non è interessata a fare shopping in Italia

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Marzo 2016 | 20:57
Le attività “non core” saranno dismesse entro il 2017, compresa la quota di Saipem recentemente sottoscritta. Nessun interesse per il risiko bancario italiano

INTESA NON E’ INTERESSATA AL RISIKO – Intesa Sanpaolo apre il mese di marzo con un rialzo dell’1,88% al termine della seduta di martedì, che ha visto passare di mano poco meno di 7 milioni di titoli nell’arco dell’intera giornata. Nel corso della seduta il Ceo Carlo Messina ha nuovamente smentito ogni coinvolgimento dell’istituto nelle manovre del previsto “risiko” bancario italiano, ribadendo inoltre che tutte le attività estranee al core business saranno cedute entro il 2017.

QUOTA IN SAIPEM SARA’ CEDUTA SENZA FRETTA – Tra queste ultime vi è anche la quota in Saipem, acquisita pochi giorni fa a seguito della partecipazione al consorzio che garantiva l’aumento di capitale da 3,5 miliardi di euro della controllata di Eni e CdP concluso a febbraio con un inoptato del 12,2% che le banche del consorzio hanno pertanto dovuto sottoscrivere pro quota. Messina ha spiegato che la partecipazione sarà venduta senza fretta, quando saranno presenti condizioni di mercato ideali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X