Report su BFC, rating “Buy” con target price a 2,82 euro

A
A
A
di Redazione 11 Maggio 2016 | 13:18
Integrae sim, specializzata nella copertura dei titoli quotati all’AIM, stima una forte crescita di Blue Financial Communication.

Un fatturato in crescita del 53% che ha raggiunto 1,72 milioni di euro, un Ebitda salito a 0,4 milioni di euro, i progetti di sviluppo e il mercato di riferimento hanno fatto stimare a Integrae sim, specialializzata nell’analisi delle società quotate all’AIM, un target price a 2,82 euro e un rating “Buy” per Blue Financial Communication spa.

“Dal 2012 il fatturato è risultato in costante crescita, facendo registrare +24% nel 2013, +75% nel 2014 e + 53% nel 2015”, scrivono gli analisti di Integrae sim.” Circa il 70% della crescita dei ricavi del 2015 è spiegata dalla vendita di pubblicità, grazie anche alla scelta strategica di passare da un business di servizi “human intensive” ad uno più snello ed orientato alla vendita di pubblicità ed all’editoria. La positiva performance del 2015 è dovuta all’inteso lavoro del management, che ha consentito la crescita indotta dall’affermarsi sul mercato di BLUERATING, il sistema informativo che tramite il magazine BLUERATING advisory & asset management, il sito www.bluerating.com e le newsletter quotidiane, che hanno consentito di affermare il brand come il punto di riferimento per gli operatori attivi nel mondo della gestione e della distribuzione di servizi finanziari”.

Il valore della produzione di Blue Financial Communication è cresciuto del 53%, raggiungendo 1,72 milioni di euro. Secondo Integrae sim “la migliore dinamica dei costi – che fanno segnare un incremento del 34%– rispetto ai ricavi, in parte legati all’operazione di quotazione, ha consentito una crescita dell’Ebitda che ha raggiunto 0,4 mln di euro (era stato 0,13 mln di euro nel 2014). Parallelamente è cresciuto anche l’Ebitda margin, che si incrementa di 10,9 punti percentuali raggiungendo il 23,3%”.

Nella parte finale del 2015 è stato lanciato in edicola anche il mensile “PRIVATE” magazine del private banking che viene anche inviato in oltre 5000 copie ai professionisti del private banking in Italia, Londra, Lussemburgo, Monte Carlo e Svizzera. PRIVATE unisce ai temi professionali anche sezioni dedicate al lifestyle per poter interessare anche una nuova tipologia di inserzionisti pubblicitari.

“Il forte incremento dei ricavi stimato per il 2016”, scrive il report di Integrae, “si riflette anche in un sostanziale aumento del capitale circolante e in particolar modo dei crediti commerciali. Gli investimenti che stimiamo nel 2015 sono relativi ai costi capitalizzati per i lanci promozionali dei mensili Private e Bluerating, nonché dei nuovi siti Privatebanking.com e Calcioinborsa.it (iFinance). Le nostre stime poggiano sui risultati conseguiti nel 2014 e 2015 e su quelli in via di consolidamento del 2016. Decisamente importante è la diffusione del magazine Bluerating, inviato a 3.231 agenzie di banche e 2.328 agenzie di promotori finanziari”.

Ed ecco infatti il giudizio per il futuro di Blue Financial Communication secondo gli analisti di Integrae sim. “L’incremento dell’Ebitda margin atteso (39,2% nel 2018 contro 23,3% del 2014) deriva in gran parte dalla flessibilità della struttura dei costi. Struttura composta per la larga parte da spese legate alla produzione (i.e. costi editoriali) e costi legati a prestazione terzi (i.e. provvigioni), che insieme ammontano a circa l’80% del totale dei costi. Struttura sostanzialmente anelastica e caratterizzata da costi fissi legata alla pianificazione editoriale. L’incremento del fatturato stimato, crediamo possa essere accompagnato da una crescita meno che proporzionale dei costi di struttura, in linea con quanto avvenuto nel 2015”.

Integrae sim, “nomad” di Blue Financial Communication, ha condotto la valutazione di BFC sulla base della metodologia del DCF (Discounted cash flow) e dei multipli di un campione di società comparabili. “Ciascun modello di valutazione”, sostiene l’ufficio studi di Integrae, “è in grado di cogliere uno o più aspetti della vita di un’azienda: reddituale, patrimoniale, basato sui flussi di cassa, basato sulla comparazione di aziende “simili” quotate. Per questo motivo riteniamo che un corretto mix tra le diverse valutazioni, sia in grado di meglio cogliere il “corretto fair value” di una società come BFC caratterizzata da alcuni particolarità (flussi di cassa, management quality, azionisti manager etc.). Il fair value di BFC determinato come media aritmetica semplice dei due valori, risulta di 9,0 mln di euro, vale a dire 2,82 euro per azione. Iniziamo quindi la copertura con un target price di 2,82 eurio, buy rating e risk medium”, sono le conclusioni di Integrae sim.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BFC Media, ricavi complessivi a 12,06 milioni nel 2020, +48% sul 2019. I risultati preliminari

Blue Financial Communication, il Cda approva il bilancio consolidato al 30 giugno

Bfc Media approva il bilancio 2019 e lancia il progetto tv Bike Smart Mobility

NEWSLETTER
Iscriviti
X