Blueindex: nuovi minimi storici per Mps, bene State Street

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Settembre 2016 | 11:19
I timori di un aumento dei requisiti di capitale da parte della Bce dal prossimo gennaio pesano sui bancari italiani, a partire da Mps e Bpm, che cadono in coda al Blueindex

BCE INNALZERA’ REQUISITI DI CAPITALE? – I segnali che indicano la volontà della Bce di rivedere i requisiti di capitale dal prossimo gennaio dopo che saranno stati elaborati i risultati della Srep di quest’anno e il timore che questo porti ad un innalzamento degli stessi per alcuni istituti italiani, oltre alla prudenza per l’attesa delle decisioni che la Federal Reserve annuncerà stasera in materia di tassi ufficiali, hanno portato ieri a vaste prese di profitto sui principali componenti italiani del Blueindex.

NUOVI MINIMI STORICI PER MPS – Così Mps ha toccato nuovi minimi storici perdendo il 6,4% ed indossando la maglia nera nella classifica quotidiana del Blueindex, preceduta di poco da Bpm (-5,89%), mentre Deutsche Bank, sempre alle prese col problema della maxi-multa prospettata dal Dipartimento di Giustizia Usa e a seguito delle voci di una nuova maxi-cartolarizzazione sull’esempio di quanto già fatto lo scorso anno per raccogliere capitali, ha ceduto a sua volta il 3,8%.

BRILLANO STATE STREET E ING GROEP – Tra i titoli in affanno anche Banca Mediolanum, Banca Generali e Intesa Sanpaolo, tutte in rosso di almeno 2 punti a fine giornata. Bene invece State Street e ING Groep, unici due componenti del Blueindex a guadagnare oltre l’1% a fine seduta (+1,38% e +1,27% rispettivamente), soglia sfiorata anche da Allianz (+0,99%) e Nordea (+0,95%). Nel complesso le vendite hanno comunque prevalso, con solo 13 componenti su 40 che sono riusciti a concludere la seduta in territorio positivo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X