Guerra dei dazi, la Cina al contropiede

A
A
A

Ancora aria di bufera per il negoziato commerciale tra Stati Uniti e Cina e la situazione si è riflessa sulle Borse europee, in calo in avvio di seduta.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena13 maggio 2019 | 10:47

 

Ancora aria di bufera per il negoziato commerciale tra Stati Uniti e Cina. All’indomani dalla decisione di Trump di aumentare i dazi, il presidente americano si è rivolto alla Cina con un messaggio che ha tutte le caratteristiche di un ultimatum: “Pechino deve chiudere un accordo commerciale con gli Stati senza aspettare le prossime elezioni americane o sarà molto peggio”.

Una situazione che, naturalmente, si è riflessa sulle Borse europee, in calo in avvio di seduta. E se il dollaro sta recuperando terreno contro lo yen dopo che Trump ha dichiarato che i colloqui commerciali con Pechino proseguiranno, le speranze di un esito positivo dell’ultimo round di negoziati hanno portato alcuni investitori ad allontanarsi dallo yen. Mentre a Piazza Affari l’indice Ftse Mib scende dello 0,28% a quota 20.815 punti, lo spread tra Btp e Bund tedeschi si allarga a quota 276 punti.

Pechino ha un ruolo fondamentale nel finanziamento del deficit americano e potrebbe ricorrere anche all’opzione nucleare.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dazi, gli Usa trattano la revoca su 112 miliardi di merci cinesi

Dazi, l’Italia chiede la grazia

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Ti può anche interessare

Un ex BlackRock è il nuovo ceo di GAM Holding AG

Il Consiglio di Amministrazione di GAM Holding AG  ha annunciato la nomina di Peter Sanderson nel r ...

Anima, prosegue il periodo no della raccolta

La raccolta netta di risparmio gestito (escluse le deleghe assicurative di ramo I) del gruppo Anima ...

Arrestato Proto, finanziere col trucco

Milanese, 44 anni, residente in Svizzera è accusato di truffa pluriaggravata e autoriciclaggio. ...