Anche J.P. Morgan AM promuove i Btp

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 30 Gennaio 2020 | 11:14
L’analisi di Bob Michele, responsabile globale del Fixed Income

Dopo Pimco (vedi qui la notizia), un’altra importante casa di gestione come J.P. Morgan Asset Management ha una view positiva per i Btp Italiani. Si è svolto infatti ieri, mercoledì 29 settembre, un incontro con la stampa di Bob Michele (nella foto), responsabile globale del Fixed Income della società che ha analizzato le prospettive dell’intero settore obbligazionario. J.P. Morgan Asset Management ritiene che i titoli di stato dei paesi europei periferici, in primis Italia e Spagna, che dovrebbero beneficiare del restringimento degli spread rispetto ai Bund tedeschi, come risultato del Quantitatie Easing della Bce. Tra i titoli governativi, tuttavia, più che in Europa Michele guarda con favore ad altre aree geografiche e ritiene conveniente “assumere duration su mercati più supportati”. Il riferimento è agli Stati Uniti e al Canada, dove i tassi d’interesse sono più alti che nel Vecchio Continente e dove le banche centrali hanno di conseguenza maggiori margini di manovra per politiche di sostegno all’economia e al settore all’obbligazionario. Nel segmento del reddito fisso, J.P. Morgan Asset Management ritiene che i titoli high yield possano rappresentare ancora “un’allocazione interessante”, visti i bassi tassi d’insolvenza delle aziende”, assieme al debito dei mercati emergenti. In quest’ambito, a offrire valore sono soprattutto i titoli di paesi con alti rendimenti reali come per esempio Brasile, Messico e Turchia. Infine, tra gli strumenti del reddito fisso, J.P. Morgan AM vede con favore gli Asset Backed Securrities (Abs) in particolare in aree come i consumi e la salute che attraversano una fase positiva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Generali-Google, alleanza per una rete hi-tech

Generali Italia e Google hanno unito le loro forze per siglare una partnership strategica basata sul ...

Corporate bond, l’azienda Italia a secco

Per il nostro Paese, il 2019 sarà un anno povero di emissioni di corporate bond. Le proiezioni di ...

UE: Italia deve fare i compiti per ottobre

L'appuntamento dell'Ecofin con l'obiettivo di ratificare la procedura per debito eccessivo richiesta ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X