Brexit, ora è realtà

A
A
A
Avatar di Redazione 31 Gennaio 2020 | 10:55

Ultime ore nell’Unione Europea poi la Gran Bretagna scioglierà il matrimonio andato avanti per 47 anni. Alle 23 britanniche (la mezzanotte in Italia) a cavallo fra 31 gennaio e primo febbraio, dopo oltre tre anni e mezzo dalla vittoria del Leave al referendum del 2016 scatterà l’ora X per la Brexit e Regno Unito e Ue si separeranno.

Nell’immediato non cambierà molto in quanto Londra e Bruxelles manterranno lo status quo per (almeno) 11 mesi in attesa di negoziare i nuovi parametri delle relazioni future sul commercio e sul resto. Tuttavia fin da subito l’Ue perderà 66 milioni di cittadini oltre che un territorio ridotto del 5,5%.

Tutti gli espatriati registrati come residenti già oggi o durante la fase di transizione e fino al 30 giugno 2021, manterranno – da una parte e dall’altra – i diritti odierni nei rispettivi Paesi di accoglienza. Le cose cambieranno invece per gli ingressi successivi, con lo stop alla libertà di movimento nel 2021 e l’introduzione di nuove regole secondo un regime d’immigrazione.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

La Brexit è fatta: che cosa attende ora gli investitori nel Regno Unito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X