Brexit, ora è realtà

A
A
A
Avatar di Redazione31 gennaio 2020 | 10:55

Ultime ore nell’Unione Europea poi la Gran Bretagna scioglierà il matrimonio andato avanti per 47 anni. Alle 23 britanniche (la mezzanotte in Italia) a cavallo fra 31 gennaio e primo febbraio, dopo oltre tre anni e mezzo dalla vittoria del Leave al referendum del 2016 scatterà l’ora X per la Brexit e Regno Unito e Ue si separeranno.

Nell’immediato non cambierà molto in quanto Londra e Bruxelles manterranno lo status quo per (almeno) 11 mesi in attesa di negoziare i nuovi parametri delle relazioni future sul commercio e sul resto. Tuttavia fin da subito l’Ue perderà 66 milioni di cittadini oltre che un territorio ridotto del 5,5%.

Tutti gli espatriati registrati come residenti già oggi o durante la fase di transizione e fino al 30 giugno 2021, manterranno – da una parte e dall’altra – i diritti odierni nei rispettivi Paesi di accoglienza. Le cose cambieranno invece per gli ingressi successivi, con lo stop alla libertà di movimento nel 2021 e l’introduzione di nuove regole secondo un regime d’immigrazione.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Elezioni UK, vince Johnson e Trump festeggia: È l’ora della Brexit?

Brexit, è ancora rinvio

Brexit, si va verso la proroga

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Brexit, fine della telenovela: c’è l’accordo

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Brexit, mazzata su Johnson: “Lo stop del Parlamento è illegale”

Brexit, ora tutto è in mano alla Corte Suprema

Brexit, doppia bordata a Johnson

Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Ti può anche interessare

La sciabolata – Il rumore di Greta

La rubrica a cura di Alessandro Borghini. Domande e riflessioni, in punta di penna. ...

Coronavirus, Buffett non ha paura

“Il coronavirus è una cosa spaventosa ma non è il momento di vendere azioni”. Così Wa ...

Anasf, l’eredità (importante) di Maurizio Bufi

Dopo ConsulenTia20, si conclude l’esperienza dell'attuale presidenza alla guida dell' Anasf. Un m ...