Ancora volatilità sul biotech

A
A
A
di Finanza Operativa 17 Giugno 2016 | 14:00

A cura di Bb Biotech
Il Nasdaq Biotech Index (NBI) ha chiuso il mese di maggio con un progresso del +4.3% in USD. Il NAV di BB Biotech è cresciuto del +1.2% in USD, +4.8% in CHF e +3.9% in EUR, mentre il prezzo dell’azione è sceso del -7.3% in USD, -4.1% in CHF e -3.9% in EUR. Dopo alcuni mesi di sovraperformance, a maggio le azioni di BB Biotech hanno sottoperformato sia il proprio valore intrinseco (NAV).
Incyte (+16.8%, in USD) ha pubblicato dati di vendita di Jakafi per il T1 2016 in linea con le aspettative, rivedendo al contempo al rialzo le stime per l’intero esercizio. L’azienda ha inoltre annunciato l’intenzione di rilevare la licenza per i diritti nell’UE sul farmaco Iclusig di Ariad per la terapia della LMC (leucemia mieloide cronica). Novavax (+16.2%, in USD) ha annunciato che la FDA statunitense ha accordato uno status accelerato di verifica (“fast track”) al suo vaccino contro il virus respiratorio sinciziale (RSV) negli adulti anziani. Riteniamo che questo sia un fattore  incrementale positivo, anche se tale decisione non ha costituito una sorpresa in quanto il vaccino beneficia già di un fast track per l’immunizzazione materna. Agios (+14.3%, in USD) e Celgene (+2.0%, in USD) hanno annunciato una nuova collaborazione nel campo dell’immuno-oncologia metabolica, nonché modifiche al precedente accordo risalente al 2010. Sul versante dei fattori positivi, l’afflusso di denaro fresco dovrebbe essere valutato in modo favorevole in quanto estende l’autonomia della liquidità disponibile. Ionis (-44.6%, in USD) ha reso noto la decisione di GSK di non avviare uno studio di outcome di Fase III per valutare il composto TTRRx di Ionis nei pazienti affetti da  cardiomiopatia amiloide con TTR (malattia cardiaca). L’azienda ha infatti annunciato che un numero esiguo di pazienti partecipanti allo studio TTR Neuro ha evidenziato un grave calo nel numero di piastrine (trombocitopenia). Inoltre, Ionis ha comunicato che alcuni episodi di trombocitopenia si sono verificati anche con il suo preparato Volanesorsen (FCS), un altro farmaco candidato all’approvazione. Le azioni della società hanno subito un brusco calo sulla scia dei timori che i problemi osservati siano in realtà riconducibili alla piattaforma stessa.
Outlook. A giugno il team di BB Biotech, incluso il Consiglio di amministrazione, si riunirà a New York per il proprio incontro strategico semestrale al fine di incontrare e confrontarsi con le società attualmente presenti in portafoglio, nonché con ulteriori potenziali investimenti biotech. In considerazione dell’anno elettorale negli USA e del costante dibattito sul pricing dei farmaci e la relativa rimborsabilità, uno dei riflettori della riunione strategica di quest’anno sarà puntato su un panel di acquirenti. A breve termine prevediamo il perdurare della volatilità sui mercati a causa delle incertezze economiche e del dibattito motivato da ragioni politiche riguardanti i prezzi dei farmaci. Per il 2016 continuiamo a mantenere una view costruttiva nei confronti del comparto biotech, in quanto i fondamentali  rimangono intatti e le valutazioni hanno raggiunto livelli estremamente interessanti.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: Biotech, quando la scienza si scontra con i mercati

Biotech, ottime prospettive anche per il 2021

Società biotech e corsa ai vaccini, i problemi ancora da risolvere

NEWSLETTER
Iscriviti
X