Vi siete difesi dalla Brexit?

A
A
A
di Finanza Operativa 19 Luglio 2016 | 16:00

A cura di WisdomTree

Il posizionamento risk-off tramite prodotti ETF long e short ha rappresentato un vantaggio per gli investitori nelle settimane di forte incertezza prima e dopo il referendum sull’uscita dall’UE.

  • La Brexit ha innescato forte volatilità sulle Borse mondiali e le posizioni risk-off hanno spinto la performance degli ETP short azionari e degli ETP long obbligazionari/sui metalli preziosi.
  • Tutti gli ETP long leveraged che replicano l’argento, l’oro e il platino hanno prodotto rendimenti a doppia cifra in quanto gli investitori hanno cercato rifugio nei metalli preziosi.
  • Gli investitori si sono inoltre riversati sui titoli governativi alla ricerca di sicurezza, provocando un rialzo di quasi il 5% dei Gilt britannici, nonché di altri titoli di Stato a lunga scadenza.
  • Sono stati i benchmark azionari europei in senso ampio e gli istituti bancari dell’Eurozona a risentire maggiormente del sentiment negativo. Le vendite massicce del mese di giugno hanno provocato rendimenti sovradimensionati sugli ETP azionari short leveraged che replicano lo EURO STOXX 50 e lo EURO STOXX Banks.
  • I metalli preziosi hanno assistito a un netto rimbalzo quest’anno: i future sull’oro e l’argento sono saliti rispettivamente del 29% e del 46%. Il sentiment rialzista sull’oro emerge con evidenza dagli ingenti afflussi negli ETP su questo metallo: quest’anno gli investitori hanno acquistato quote di ETF sull’oro per un valore di 21mld di dollari, una netta inversione di tendenza rispetto ai 3,4mld di dollari di riscatti netti per gli ETP sull’oro nel 2015.
  • Tutti gli ETP long leveraged che replicano l’argento, l’oro e il platino hanno prodotto rendimenti maggiori in confronto ai rispettivi fattori di leva in quanto gli investitori hanno continuato a cercare una certa sicurezza nei metalli preziosi. Il 3SIL (Boost Silver 3x Leverage Daily ETP), ad esempio, ha registrato un rendimento pari al 54,3% rispetto a quello del proprio benchmark, pari al 16,1%.
  • Il posizionamento risk-off ha inoltre spinto la performance degli ETP long leveraged che replicano l’andamento dei titoli sovrani decennali: i rendimenti degli ETP hanno equiparato o superato il rispettivo fattore di leva. Il 3GIL (Boost Gilts 3x Leverage Daily ETP), ad esempio, ha prodotto un rendimento pari al 14,3% rispetto a quello del proprio benchmark, pari al 4,7%.

L’elevata volatilità sui listini dell’Eurozona ha sostenuto i rendimenti degli ETP short a leva tripla che hanno segnato rendimenti doppi o tripli rispetto al benchmark sottostante.

oro etc flussi brexit

 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

La Brexit è fatta: che cosa attende ora gli investitori nel Regno Unito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X