Mercati emergenti: affonda la lira turca

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 22 Marzo 2021 | 09:25

Il presidente turco Erdogan ha nominato un nuovo governatore della Banca Centrale dopo aver improvvisamente licenziato il precedente per non aver seguito la sua visione economica. Il quarto cambio di guida dell’istituto in meno di due anni è stato male accolto dai mercati finanziari.

La Lira Turca ha perso di colpo circa il 15% del proprio valore contro dollaro. L’ex governatore Nacil Agbal, ritenuto un rigorista, capace di ridare fiducia ai mercati dopo mesi di pressione sulla valuta locale a causa del perdurare della crisi economica e degli alti livelli di inflazione da tempo stabilmente sopra il 15%, è stato sostituito con Sahap Kavcioglu, un ex parlamentare del partito del presidente. A provocare la rimozione sarebbe stata la decisione adottata giovedì dalla Banca centrale di Ankara di aumentare il tasso di riferimento al 19%, per contrastare l’inflazione e sostenere la moneta nazionale.

Da quando Nacil Agbal era entrato in carica a novembre la lira turca, complice anche il contemporaneo cambio di squadra al ministero delle finanze fino ad allora guidato da Berat Albayrak (genero del presidente), aveva rapidamente riacquistato circa il 15% del suo valore rispetto al dollaro.

Anche nel cambio contro Euro poi la Lira turca ha accusate una forte contraccolpo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X