Mercati, la volatilità torna a fare capolino

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 5 Maggio 2021 | 09:04

Dal punto di vista fondamentale, non vi sono particolari scogli a un recupero di Wall Street dopo lo scivolone di ieri. Certo, le attese per i payrolls di aprile in pubblicazione venerdì in Usa sono elevatissime. Ma i segnali sono molto promettenti, e comunque, se uscisse un dato deludente, che credibilità avranno le preoccupazioni sui tassi alimentate per ultima dalla Yellen? L’ha detto Powell che l’occupazione è praticamente l’unico parametro Fed. Certo, se esce un dato fortissimo, si potrà parlare di annunci di tapering a giugno, ma sarebbe un ulteriore segnale di forza dell’economia”. A farlo notare è Giuseppe Sersale, Strategist di Anthilia Capital Partners Sgr, che di seguito dettaglia la propria view.

Se effettivamente il calo ha almeno in parte a che vedere con la Yellen, la probabilità di un rientro del movimento è maggiore. Ovviamente una correzione di qualche punto percentuale non necessita di particolari modifiche del quadro macro per manifestarsi. Specie quando si viene da un aprile stellare come questo, per gli USA. L’Europa, al solito, è un discorso a parte. L’aprile non è stato così positivo (Milano è addirittura scesa) ma l’azionario continentale, al solito, è più fragile e volatile. Peraltro, i motivi per scendere sono ancora più scarsi che per gli Usa.

L’economia sta accelerando, le riaperture sono in arrivo e il mercato è meno iperesteso. Vorrà dire che se la correzione procede, l’opportunità di acquisto sarà ancora migliore.

Attenzione però: sul fronte tecnico, invece, le figure che si stanno disegnando sui grafici Usa non sono per nulla invitanti (rinvio a domani il quadro, quando avremo la chiusura USA e gli eventuali follow through in EU). Ma recentemente giocarsi le rotture ribassiste non ha pagato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il New Deal americano potrebbe innescare la volatilità

Mercati: rotazione settoriale ancora in atto

Borse internazionali: il quadro settimanale di Alessandro Aldrovandi

NEWSLETTER
Iscriviti
X