Fideuram Ispb, il dream team di mister Corcos. Ecco tutto l’organigramma

A
A
A
di Redazione 16 Febbraio 2022 | 11:21

Conferme, nuove nomine, spostamenti di funzioni e allargamento delle competenze. È ampio il mosaico che compone il nuovo organigramma di Fideuram ISPB, la maggiore banca-rete italiana e polo del wealth management dell’intero gruppo Intesa Sanpaolo. Agli inizi di febbraio l’amministratore delegato di Ca’ De Sass, Carlo Messina, ha presentato il piano d’impresa che scandisce le strategie industriali dell’intero gruppo nei prossimi tre anni. Con il varo del Piano, ha preso il via anche la ridefinizione delle competenze e degli incarichi all’interno di Fideuram ISPB, che riveste sempre più importanza nel gruppo, data la funzione che il business del wealth management svolge oggi nel sostenere la redditività delle banche italiane. L’obiettivo del nuovo organigramma è dunque anche quello di consolidare il primato di Fideuram ISPB sul mercato italiano, dove ha già masse in gestione per oltre 330 miliardi, con più di 6.400 consulenti e private banker.

Il marketing a La Calce
Tra le principali novità dell’organigramma, va segnalato il trasferimento della funzione di coordinamento della rete dei consulenti finanziari che è passata sotto il controllo di Stefano Gallizioli, reduce dall’esperienza come responsabile sviluppo rete e recruiting. Gallizioli, che è entrato in Fideuram nel 2011 come responsabile dei servizi bancari dopo un’esperienza in Banca Sara, ha sostituito Giuseppe Baiamonte, passato alla funzione di area manager di Roma, dopo un’esperienza come coordinatore della rete di ben 15 anni, dal dicembre 2006 in poi. Da segnalare anche un allargamento delle responsabilità per Gianluca La Calce, responsabile di tutta l’area marketing e sviluppo offerta con i quattro riporti di Anna Bagella (sviluppo offerta), Roberto Ciasca (partnership e sviluppo reti), Marco Papagni (marketing) e Flavio Addolorato (coordinamento comunicazione ed eventi). La Calce è un veterano di Fideuram dove ha iniziato la carriera nel 1992, ricoprendo poi diversi incarichi di primo piano. Uno dei più importanti è stato quello di amministratore delegato e direttore generale di Fideuram Investimenti Sgr e dal 2015 di responsabile dell’Investment Center di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. Dal 2005 al 2013 La Calce è stato invece vice direttore generale di Fideuram Investimenti Sgr, dal 2014 fino a maggio 2016 ha ricoperto anche la carica di amministratore delegato di Fideuram Asset Management (Ireland) e dal 2007 al 2013 è stato consigliere e general manager di Fideuram AM Ireland e consigliere di Sanpaolo Invest Ireland.

Ghidoni confermato
Per quanto riguarda le attività di gestione dei grandi portafogli, Andrea Ghidoni viene confermato direttore generale di Intesa Private Banking e Mario Bombacigno come responsabile del private wealth management. Ghidoni è uno degli acquisti di Fideuram ISPB proveniente dal gruppo Ubi, entrato in squadra dopo l’acquisizione da parte di Intesa Sanpaolo. Prima di occupare l’attuale incarico, dove ha portato la sua lunga esperienza nel risparmio gestito, il manager è stato infatti per quasi 6 anni amministratore delegato e direttore generale di Pramerica, la sgr che Ubi ha creato inizialmente in joint venture con gli americani di Prudential Financial (per poi inglobarla successivamente all’interno del gruppo). Bombacigno, responsabile del private wealth management, è invece un manager che ha spiccato il volo nella diretta concorrente di Intesa Sanpaolo, cioè nel gruppo UniCredit (quando ancora si chiamava Credito Italiano e iniziava a fondersi con molte altre banche nazionali). Dopo un’esperienza internazionale in Germania, nel 2015 è passato a Credit Suisse per svolgere il ruolo di responsabile della clientela per l’Italia. Appena un anno dopo, però, Bombacigno è andato al gruppo Intesa Sanpaolo, inizialmente come responsabile dei clienti Hnwi poi, da gennaio 2019, come responsabile del Private Wealth Management di Fideuram-Intesa Sanpaolo Private Banking. A Bombacigno rispondono diversi professionisti.

Il private
Il primo è Tolmino Alessandro Bellucci, responsabile coordinamento private wealth management e rapporti rete (ruolo che ricopre dall’inizio del 2021). Prima è stato direttore della filiale di Firenze e responsabile per l’area della Toscana, delle Marche e dell’Umbria. Un’altra professionista della squadra è Lucia Silvestrini, a capo della private advisory unit (dal 2016), che ha alle spalle diverse esperienze nel settore bancario, prima in Deutsche Bank, poi in Credit Suisse, Morgan Stanley e Societé Generale prima di entrare in Fideuram nel 2016 come head of Private Advisory Unit. Fanno parte del team di Bombacigno pure Valentina Santoro, a capo del wealth solutions competence center (dal 2017), che è entrata in Fideuram nel 2006 dopo una esperienza in Allianz e una parentesi in Fineco; Claudia Maria Sempione, responsabile sviluppo, servizio e monitoraggio (dal 2017), che ha alle spalle una carriera nella consulenza aziendale (in Excellence, Auxilia e Tefen). Una delle figure chiave nell’area dei consulenti finanziari sarà Barbara Calza, che sovrintende alla funzione di sviluppo rete e recruiting.  Nell’area di Calza opera anche Matteo Bergamaschi, responsabile dello sviluppo delle attività di reclutamento. La sua carriera è iniziata nel 2002, nell’area Partecipazioni e Corporate management del Banco Popolare, poi è continuata Sara Assicurazioni e Banca Sara dove si è occupato di pianificazione commerciale. Infine, il suo approdo a Fideuram ISPB risale a 10 anni fa, sempre nell’area dello sviluppo commerciale. In squadra con Calza c’è anche Paolo Lecco, che si occupa di sviluppo professionale.

Formazione e vendite
Nella sua area opera Maurizio Megha, responsabile della formazione. Lo sviluppo delle vendite spetta a Fabrizio Pellegatta, che si occupa di questa funzione già dal 2017. I supporti commerciali e il funzionamento della rete sono invece l’ambito di attività di Vincenzo Postiglione, un altro professionista di lungo corso, che lavora in Fideuram da oltre 20 anni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti