Mercati, Svizzera: per la Bns il franco forte non è più una priorità

A
A
A
di Redazione 4 Luglio 2022 | 10:31

Il franco svizzero resta sotto la soglia di parità nel cambio contro l’euro. Da mercoledì sera per acquistare un euro bastano 99 centesimi di franco. Un livello che non veniva toccato dal 2015 e che in passato avrebbe allarmato la Banca Nazionale Svizzera (BNS), come riportato dal sito web della Rsi.

La banca centrale però già il 16 giugno, quando ha aumentato i tassi di interesse, aveva già chiarito che la priorità non è più il franco forte ma il controllo dell’inflazione, ribadendo comunque la sua disponibilità a intervenire in caso di necessità. Nei primi tre mesi dell’anno è intervenuta sui mercati valutari con meno di sei miliardi di franchi, un dato contenuto.

Un franco forte nei confronti dell’euro permette di pagare meno i prodotti importati e può quindi permettere di contenere la crescita dell’inflazione.

Il cambio Eur/Chf

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti