Spesometro: ecco tutti gli acquisti sotto la lente del fisco

A
A
A
di Redazione 1 Aprile 2015 | 08:33

Tutti gli acquisti che arriveranno nei database dell'Anagrafe tributaria tra il 10 e il 20 aprile.

Il fisco si prepara a ricevere i dati 2014 per lo Spesometro. Gli acquisti di lusso degli italiani (quelli a partire da 3.600 euro) e tutte le fatture tra partite Iva, spiega Il Sole 24 Ore, arriveranno nei database dell'Anagrafe tributaria tra il 10 e il 20 aprile.

Viaggi e pacchetti vacanze
Tra i dati che confluiscono al fisco con lo spesometro ci sono le spese superiori a 3.600 euro effettuate per l'acquisto di un viaggio o di un pacchetto vacanze. Queste spese saranno a disposizione del Fisco per effettuare controlli sullo scostamento tra redditi dichiarati ed effettiva capacità di spesa. La comunicazione dovrà essere effettuata a breve: entro il 10 aprile per gli operatori che liquidano l'Iva mensilmente ed entro il 20 aprile per chi la liquida, invece, ogni trimestre.

Auto e moto
Anche l'acquisto di automobili e moto oltre 3.600 euro va comunicato con lo spesometro. Stesso discorso per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici se supera la soglia. Anzi per gli arredi è molto probabile che si superi la spesa di 3.600 euro.

Abbigliamento e accessori di lusso
Abbigliamento e accessori di lusso possono raggiungere e oltrepassare i 3.600 euro così come gioielli, preziosi e opere d'arte. Di conseguenza l'acquisto sarà conosciuto dal Fisco. Anche l'iscrizione a club e circoli sportivi per cui si spendono cifre annuali superiori alla soglia (da 3.600 euro in su) sono interessati dalla comunicazione alle Entrate.

Le operazioni tra chi ha la partita Iva
Nello spesometro confluiscono non solo le vendite di beni o le cessioni di servizi oltre 3.600 euro effettuati nei confronti di privati cittadini. La parte più corposa delle comunicazioni al Fisco interessa le operazioni fatturate tra imprese o tra imprese e professionisti o ancora tra professionisti e professionisti, ossia i titolari di partita Iva (le cosiddette business to business).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute e fisco: un nuovo disegno di legge in Italia

Investimenti, NFT: lo stallo normativo e i nodi da sciogliere con il fisco

Criptoinvestitori, il fisco vi osserva

NEWSLETTER
Iscriviti
X