Banca Mediolanum cresce la raccolta pro-capite

A
A
A

Con una raccolta positiva nei primi mesi del 2009 Banca Mediolanum continua a crescere. Perde 15 promotori ma sale la raccolta netta soprattutto grazie all’amministrato. Per il presidente Ennio Doris in questi momenti di crisi si vede tutta la forza della rete.

di Marcella Persola31 marzo 2009 | 14:56

Con 282,935 milioni Banca Mediolanum è la regina della raccolta netta nel mese di febbraio. Una raccolta più forte sull’amministrato che è stato pari a 243,346 milioni mentre il flusso di gestito è stato pari a 39,589 milioni. Rispetto al mese di gennaio 2009 la rete ha perso 15 promotori finanziari ma ha visto crescere la raccolta netta da 97,081 milioni a 282,935 milioni già citati.

E’ cresciuta anche la raccolta netta pro-capite che è passata da 19. 362 migliaia di euro all’attuale 56.598 migliaia (dato aggiornato a febbraio 2009). Se si guarda nel dettaglio si nota che mentre nel mese di gennaio i promotori finanziari del Gruppo avevano collocato maggiormente fondi e sicav per 75,248 milioni, nel mese di febbraio si sono concentrati maggiormente sui titoli che hanno raccolto 143,392 milioni. A gennaio il gestito era stato più forte con un flusso di 111,451 milioni. Continua il deflusso sull’assicurativo che da un flusso di -10,97 milioni di gennaio a -68,571 milioni. Cala anche il previdenziale che passa da 48,047 milioni di gennaio a 37,402 milioni di febbraio.

Ma per il presidente Ennio Doris il Gruppo sta crescendo. ”Quest’anno siamo partiti bene, abbiamo una raccolta netta positiva in ogni mese del 2009” aveva dichiarato Ennio Doris, a margine dell’inaugurazione della ‘Mediolanum Corporate University’. Infatti nella stessa occasione il presidente del gruppo aveva pre-annunciato che anche nel mese di marzo la raccolta netta e’ stata positiva e l’intero mese si chiudera’ con una raccolta in rialzo. ”Nel 2008 abbiamo aumentato la raccolta netta del 55% rispetto all’anno precedente, siamo l’unica azienda che ha sempre fatto raccolta positiva, in controtendenza con il mercato. I profitti risentiranno della crisi dei mercati perche’ c’e’ una diminuzione delle masse gestite che non vengono sostituite dalla nuova raccolta. Comunque stiamo crescendo in termini di clienti e in questi tempi di crisi si vede tutta la nostra forza”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, raccolta Pir miliardaria

Banca Mediolanum, per Mediobanca è un titolo da comprare

Banca Mediolanum entra nel business della cessione del quinto

Top Manager Reputation, Ennio Doris guadagna tre posizioni

Banca Mediolanum, cambio di listino a Piazza Affari

Banca Mediolanum si rafforza in Romagna, Triveneto e Puglia

Pir, Banca Mediolanum e Fideuram campioni di raccolta

Doris scoppia di salute

Pir, un sostegno alle pmi. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, i Pir trainano la raccolta

Fineco e le altre: è tempo di trimestrali

Banca Mediolanum, lo spot sui Pir in anteprima

Tecnologia e risparmio, se ne parla sul canale Youtube di Banca Mediolanum

Congressi Anasf, i cf di Banca Mediolanum vincono in Veneto

Doris, un tesoro da 100 milioni

Mediolanum, 5 family banker per un nuovo tour

Banca Mediolanum premiata per l’innovazione

Banca Mediolanum a forza sette

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Banca Mediolanum, fondi e gestioni trainano la raccolta

Mediolanum rischia l’indice

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Banca Mediolanum entra nel club dei super tecnologici

Mediolanum e le altre: le foto dal Forum Banca

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Falsi rendiconti e distrazione di somme dei clienti, sospeso ex B.Mediolanum

Banca Mediolanum: educazione finanziaria, la nuova sfida per i risparmiatori

Pir e Apple Pay spingono Ennio Doris

La svolta di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, oggi il big show

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Ti può anche interessare

Mifid 2, sen. Marino: con 30-bis attività ispettiva Ocf troppo gravosa

"Le questioni sollevate toccano profili generali e suggeriscono al governo modifiche di merito": cos ...

Arbitro della Consob, il primo ricorso a Palermo

Secondo il Corriere della Sera, l'organismo creato per dirimere le controversie sui prodotti di inve ...

Forex, il broker è abusivo ma continua a operare

Si chiama Blue Seal Limited-Mib700 e già ad aprile era stato segnalato dalla Consob, senza però su ...