Promotori Finanziari – Banca Fideuram in attesa dello scudo

A
A
A

Con una raccolta netta totale di 3,469 milioni la rete del gruppo Intesa Sanpaolo esce dalla top ten della classifica mensile di Assoreti. Ma grazie allo scudo fiscale potrebbe risalire presto…

di Marcella Persola29 settembre 2009 | 14:00

Con una raccolta netta totale di 3,469 milioni Banca Fideuram esce dalla top ten della classifica mensile Assoreti. Non è il primo mese che la rete del gruppo Intesa Sanpaolo (forse ancora per poco) non si classifica nei primi posti. Già nei risultati relativi a luglio aveva addirittura realizzato una raccolta netta negativa pari a -53,528 milioni.

Considerando da vicino i dati relativi al mese di agosto emerge che la rete guidata da Antonello Piancastelli ha generato nel risparmio gestito un flusso di 128,837 milioni, in crescita rispetto al valore di luglio pari a 112,510 milioni. In tale segmento i fondi hanno registrato un flusso di 157,961 milioni in ribasso di circa 10 milioni rispetto alla raccolta di luglio quando il valore era di 168,381 milioni. Per quanto riguarda gli altri comparti è da segnalare un segno meno quasi per tutti dalle gestioni patrimoniali all’assicurativo. Unica eccezione il previdenziale con un flusso di 2,678 milioni.

A livello di amministrato invece il flusso totale di raccolta risulta pari a -125,367 milioni di cui il comparto titoli pari a -91,775 milioni e quello liquidità con un deflusso di 33,592 milioni. Rispetto ai dati di luglio si nota un miglioramento per la raccolta totale, sia sul comparto liquidità.

A livello di unità la rete ad agosto risulta composta da 3.064 promotori finanziari (-5 pf) rispetto al mese precedente. Con tale consistenza la rete resta comunque una delle maggiori per numero di promotori finanziari attivi dopo Mediolanum.

I risultati però sembrano non preoccupare l’a.d. e neppure il gruppo. Continuano infatti le voci persistenti di vendita della rete da parte del gruppo Intesa Sanpaolo che non considera più strategica Banca Fideuram. I rumors, ormai non più rumors, la davano per ceduta ad Exor, altri ad alcuni fondi di private equity. Le voci continuano a susseguirsi sul mercato. Un’altra considerazione andrebbe fatta, però. Chissà se nell’affaire Fideuram si sta considerando il fatto che essa sarà una delle reti più attive nell’operazione scudo fiscale. E’ noto infatti che Fideuram è il quarto gestore di patrimoni private italiano. E sicuramente è in attesa dell’emanazione scudo per “mangiarsi la sua fetta”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram ISPB, Cubelli nuovo co d.g.

Fideuram Ispb, terremoto al vertice

Fideuram ISPB fa il pieno nel reclutamento

Ti può anche interessare

Ubi Banca, aumento in vista

L'istituto guidato da Victor Massiah potrebbe sfruttare la prima finestra disponibile nel mese di gi ...

Formazione di livello per i cf

di Giancarlo Sandrin* Tra i vari aspetti regolamentati da Mifid 2 ce n’è uno che dovrebbe essere ...

Scm Sim, campagna acquisiti a Milano e Roma

La società guidata da Antonello Sanna espande la propria rete commerciale con nuovi consulenti fina ...