Wikileaks, ora le banche nel mirino

A
A
A

Si prospettano rivelazioni su un importante istituto americano.

di Matteo Chiamenti30 novembre 2010 | 10:30

Diciamocelo pure, le rivelazioni diplomatiche di Wikileaks si sono rivelate un mezzo flop. Non tanto nel senso, ovvero nel loro mostrare la mediocrità del sistema e di buona fetta degli uomini che lo governano, piuttosto nella totale mancanza di effetto sorpresa, perché si sa, orami questo è un pensiero comune a tutte le persone dotate di raziocinio.

Fatto sta che ora il nuovo obiettivo sembrano essere le banche internazionali e con loro i consueti cravattoni che le gestiscono. Come riporta il Corriere della Sera, Julian Annange si è così espresso ai microfoni di Forbes: “All’inizio del prossimo anno una grande banca americana si ritroverà turned inside out(rovesciata). Decine di migliaia dei suoi documenti verranno pubblicati su Wikileaks, al di là delle richieste dei manager o altri avvertimenti.  La pubblicazione metterà a nudo i segreti della finanza sul web, a vantaggio di ogni cliente, concorrente, o legislatore”.  Insomma, si annunciano rivelazioni “È una grande banca americana?”, gli viene chiesto. “Sì”, risponde Assange. “Non vi dirò di più. Esporrà i livelli esecutivi in un modo che stimolerà indagini e riforme. Presumo”. Manager corrotti? Piani alti che si intascano superbonus? Risparmiatori indirizzati verso prodotti spazzatura ma profittevoli (per la banca)? Chissà se questa volta si riuscirà a uscire dal vortice dell’acqua calda.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

Ti può anche interessare

BLUERATING in edicola: Modello vincente

Nel numero di febbraio del mensile, intervista ad Armando Escalona, amministratore delegato di Finan ...

CariChieti, raggiunto accordo su 69 uscite

L'uscita è riservata a coloro che matureranno il diritto entro il 31 dicembre 2019, ...

Banco Bpm riacquista un bond al 2020

Il prezzo di riacquisto dei titoli esistenti è pari a 105% e resterà invariato per tutto il period ...