Assicurazioni, la nuova Eurovita punta a 4 miliardi di asset entro il 2017

A
A
A

La società punta a riserve e asset under management per 4 miliardi entro il 2017, ha spiegato l’amministratore delegato Andrea Battista.

di Redazione31 ottobre 2014 | 14:26

LA NUOVA EUROVITA – La nuova Eurovita Assicurazioni si presenta al mercato dopo il passaggio della compagnia al fondo americano Jc Flowers – avvenuto il primo luglio 2014 – e svela il nuovo piano di impresa, fondato su tre pilastri: specializzazione, apertura e indipendenza.

OBIETTIVI AL 2017 – Entro il 2017, ha spiegato l’a.d. Andrea Battista, la società punta a riserve e asset under management per 4 miliardi, un utile netto a 13 milioni e Solvency ratio maggiore o uguale al 150%. Già nei prossimi mesi intanto sono attese diverse novità sul fronte dei prodotti unit linked (interni ed esterni), rifondati su logiche multi-manager, e dei prodotti multiramo. La società ha inoltre annunciato la creazione di una divisione di private insurance, per supportare lo sviluppo in questo segmento di clientela con un approccio innovativo. Altre novità arriveranno poi dall’area prodotti e dai processi di digitalizzazione, con la creazione del nuovo portale multi accesso. Nuovo, infine, anche il logo, che vuole sintetizzare gli elementi trainanti del nuovo percorso.

PAROLA ALL’A.D. – “Dopo 100 giorni di full immersion, abbiamo voluto presentare ai nostri partner e alla business community il nostro piano in dettaglio e i progetti di sviluppo, le prime declinazioni operative e cosa ci aspetta nel prossimo futuro”, ha commentato Andrea Battista. “Saremo un player specializzato nel Vita, aperti a tutto mercato italiano e a nuovi partner. Last but not least, indipendente, vero fattore differenziante e distintivo. Questi pilastri ci consentiranno di competere sia nel tradizionale mondo del retail che nel private insurance”.

NUOVI INGRESSI DI ALTO LIVELLO
– Sul fronte del reclutamento, Eurovita ha rafforzato di recente la propria squadra con due ingressi nella prima linea manageriale. Si tratta di Francesco Ciuffa e Luigi Di Capua, nominati rispettivamente chief investement officer e chief risk officer.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

C’è Vita nel private banking

Eurovita, un nuovo volto indipendente dalle solide radici

Polizze, Eurovita lancia i suoi pir

Ti può anche interessare

Mediobanca, Alierta esce dal cda

L’ex numero uno di Telefonica lascia per dedicarsi meglio alle sue iniziative filantropiche ...

Agenzia delle entrate sui bond: credito d’imposta anche se non c’è rimborso

Domanda. Possibile che non si riesca a far recuperare almeno il credito di imposta per i tanti che ...

Passaggio generazionale e pianificazione, seminari Widiba in Sicilia

Doppio seminario per Widiba oggi in Sicilia. La società ne propone due a Giarre, in provincia di Ca ...