Intesa e Altis a braccetto con gli imprenditori del futuro

A
A
A

Al via la decima edizione della Global Social Venture Competition – Italian Round: due giorni di Boot Camp per i team selezionati

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti1 febbraio 2018 | 15:30

Importante manifestazione dedicata al futuro dell’imprenditoria globale che vede coinvolti Altis e il gruppo Intesa Sanpaolo. Nel corso decima edizione della Global Social Venture Competition, la competizione internazionale che premia le migliori idee di business ad elevato impatto sociale e ambientale, Altis e Intesa Sanpaolo ospiteranno l’1 e il 2 febbraio 2018 il Boot Camp per i 18 team di giovani startupper italiani che puntano a vincere la sopracitata iniziativa.

Come recita il comunicato, fino ad oggi l’arena di GSVC ha registrato in Italia risultati significativi: nel corso delle nove edizioni precedenti le 83 startup finaliste hanno incontrato oltre 800 potenziali investitori, raccogliendo oltre 9 milioni di euro. In particolare, il Boot Camp, realizzato grazie al supporto del programma di accelerazione di Intesa Sanpaolo, StartUp Initiative, rappresenta un momento di formazione intensivo che prevede sia attività in aula sia di coaching individuale per affiancare i team che stanno mettendo a punto la propria idea di business e iniziano a preparare i pitch per le fasi finali della competizione. Con il bagaglio di conoscenza acquisito al Boot Camp, i 18 team avranno accesso alle semifinali dell’Italian Round della Gsvc che si terranno sempre presso Intesa Sanpaolo il prossimo 15 febbraio. In questa fase saranno selezionati i 6 finalisti che, il 28 febbraio, si contenderanno le prime due posizioni e l’accesso alle Global Finals della competizione mondiale che mette in palio un montepremi di 80 mila dollari. Alla finale parteciperanno team provenienti da oltre 60 Paesi del mondo e quest’anno, per la prima volta nella storia del concorso, si svolgerà in Europa, a Milano, dall’11 al 13 aprile grazie all’organizzazione di Altis Università Cattolica.

D’altra parte l’obiettivo di Intesa Sanpaolo è quello di porsi stabilmente come punto di riferimento per il mondo delle imprese italiane, in particolare delle start up : “L’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, attraverso la Startup Initiative, vuole fornire un supporto di valore ai partecipanti della Gsvc attraverso un percorso strutturato, che ha dimostrato la propria efficacia nel tempo, permettendo alle startup che hanno partecipato al programma di ottenere finanziamenti e partnership commerciali con primari attori dell’ecosistema innovativo italiano. Intesa Sanpaolo conferma il proprio ruolo di Banca delle startup, nel sostenere ed accompagnare gli imprenditori propri clienti nelle loro strategie di sviluppo ed internazionalizzazione con piattaforme e servizi di credito dedicati”, ribadisce Luca Pagetti, responsabile Innovazione per le Imprese dell’Innovation Center.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Assopopolari plaude alla riconferma di Patuelli all’Abi

Presa di posizione favorevole da parte dell’associazione delle banche popolari ...

Doris, un tesoro da 100 milioni

Completato l’aumento di capitale di H-Invest, cassaforte del presidente di Banca Mediolanum ...

Family officer, aperitivo Aifo dedicato all’Euro High Yield

Aifo, l'Associazione italiana family officer, organizza un aperitivo finanziario sul tema "L'Euro Hi ...