Certificati, Ubs fa il bis sulle Terre Rare

A
A
A

Il nuovo prodotto, che sarà quotato sul Sedex dal 1° settembre, prevede un investimento minimo di 100 euro e permette di prendere posizione su due large cap: Rio Tinto PLC e Lynas Corporation

di Redazione31 agosto 2011 | 14:45

Dopo il certificato UBS Rare Earth già quotato a fine aprile, Ubs si appresta a lanciare un secondo strumento sulle Terre Rare, i metalli rari più noti e utilizzati per la realizzazione di prodotti fortemente innovativi e a elevata tecnologia, come le batterie che alimentano le auto elettriche e ibride, nonchè tutti i più moderni dispositivi elettronici portatili: cellulari, pc portatili, palmari, smartphone e MP3. . Nel dettaglio si tratta del primo Certificato Express su questo settore, una novità per il mercato italiano in quanto consente di investire sulle Terre Rare offrendo una cedola annuale fino al 12% e la parziale protezione del capitale a scadenza.

Il nuovo prodotto, che sarà quotato sul segmento Sedex a partire dal 1° settembre, prevede un investimento minimo di 100 euro e permette di prendere posizione su due azioni large cap impegnate nel settore della ricerca, estrazione, raffinazione e distribuzione dei “metalli rari”: Rio Tinto PLC e Lynas Corporation. “Il certificato presenta un profilo di investimento molto interessante: offre una cedola annuale del 12% se entrambi i sottostanti, alla data di rilevazione annuale, sono al di sopra del 50% del livello iniziale e la parziale protezione del capitale a scadenza. Inoltre, si focalizza su due azioni large cap, Lynas Corporation e Rio Tinto PLC, riconosciute globalmente e facili da seguire per l’investitore Italiano”, ha spiegato Paolo Zuolo, Responsabile Equity Derivatives di UBS in Italia.

Grazie all’effetto memoria, inoltre, la cedola eventualmente non pagata può’ essere recuperata l’anno successivo in aggiunta alla cedola corrispettiva, qualora alla data di rilevazione si verifichi la condizione per il pagamento della cedola. Il certificato offre copertura parziale a scadenza (due anni) del capitale investito, condizione che sussiste qualora i sottostanti a scadenza non si trovino al di sotto del 50% del livello iniziale e un meccanismo di rimborso anticipato che potrebbe farlo estinguere prima della scadenza stessa. Di conseguenza, è particolarmente indicato per quegli investitori che prevedono un andamento al rialzo o moderatamente al rialzo delle azioni sottostanti nei prossimi due anni.

In particolare, ad ogni data di Rilevazione:

– se il valore dei due titoli sottostanti è superiore al livello iniziale, cioè al 100% del livello di rilevazione iniziale, il certificato paga una cedola del 12% e viene rimborsato in anticipo;

– se uno o entrambi i titoli sottostanti presentano un valore inferiore a quello iniziale, ma sono comunque entrambe superiori alla barriera del 50% del livello di rilevazione iniziale, il certificato paga la cedola annuale del 12% e continua a esistere;
UBS SA, Media Relations Pagina 1 di 3

– se invece uno dei sottostanti presenta un valore pari o inferiore al 50% del livello di rilevazione inziale, la cedola non viene pagata e il certificato continua a esistere; la cedola eventualmente non pagata puo’ comunque essere recuperata successivamente, grazie all’effetto memoria, vale a dire: se la condizione per il pagamento della cedola si verifica in una delle osservazioni successive il certificato paga anche la cedola eventualmente non pagata in precedenza.

A scadenza, se il certificato non è stato rimborsato in anticipo, verrà rimborsato:

– il 100% del capitale iniziale se il valore dei sottostanti a scadenza non si trova al di sotto del 50% del livello di rilevazione iniziale;

– il 100% del capitale iniziale se il valore dei sottostanti a scadenza è al di sopra del 100% del livello iniziale;

– se invece uno o entrambi i sottostanti a scadenza si trovano al di sotto della barriera del 50% del livello di rilevazione iniziale, il certificato rimborsa il capitale, decurtato della perdita derivante dalla performance negativa del sottostante con perdita superiore.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Private banking, nuova piattaforma in Asia per Ubs

Ermotti (Ubs): “I ricchi? Curiosi ma scettici sui bitcoin”

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

UBS AM quota il primo ETF multifactor per investire su large, mid e small cap USA

Ubs Am lancia un etf sull’azionario europeo

Il wealth management spinge i conti di Ubs

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Ubs investe in iCapital Network

Ubs punta sull’advisory board tutto al femminile

A Ubs cinque Euromoney Awards for Excellence 2017

Banca Leonardo Francia passa a Ubs

Ubs, i manager-chiave del nuovo private banking

Ubs ristruttura il business europeo

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi Azionari Tematici – Investimenti Etici e Socialmente Resp. (Globale)

Ubs organizza una nuova challenge a tema fintech

Blueindex: il rimbalzo dei finanziari fa volare Natixis, Barclays e Deutsche Bank

Ubs, utile col vento in poppa nel primo trimestre

Elezioni francesi: tutti gli scenari di gestori e analisti

Citigroup prende Borisoff da Ubs

L’Etf di Ubs sulle commodity supera il miliardo di $ di Aum

Il rialzo graduale dei tassi della Fed può favorire oro e materie prime

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari convertibili euro

Ubs, utile miliardario e un po’ meno bonus a Ermotti

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari America Latina

Carugati sale in Ubs

Ubs Etf punta sulle obbligazioni sostenibili dell’area euro

Alix Foulonneau (Ubs Am): Così puntiamo sui megatrend

Ubs chiude il 2016 in bellezza

Ubs perde quota in borsa nonostante buona trimestrale

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi a azionari Australia

Classifiche Bluerating: Fidelity in testa tra i fondi obbligazionari Asia Pacifico

Ubs accorpa le sue attività di Wm in Europa

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari franco svizzero

Ti può anche interessare

Lyxor: Etf Smart beta, forti afflussi nel terzo trimestre

La raccolta netta di nuovi capitali (Nna) da inizio anno ammonta a 6,5 miliardi di euro. Le masse in ...

UniCredit lancia i Cash Collect a doppia cedola

I nuovi certificati prevedono il pagamento della cedola condizionata alla barriera seguendo la frequ ...

Amundi quota un Etf smart beta in Borsa Italiana

Il prodotto ha l’obiettivo di replicare il più fedelmente possibile la performance dell’indice ...