Fintech PapaNatale in Cina

A
A
A
di Federico Morgantini, Shanghai31 gennaio 2017 | 19:08

Lo scorso 27 gennaio era “l’ultimo dell’anno” cinese, finiva l’anno della Scimmia per iniziare quello del Gallo.

Il calendario cinese è basato sulla luna, quindi non c’è una data fissa, il capodanno si sposta tra la fine di gennaio e la fine di febbraio.

In Cina e in tutte le comunità cinesi in giro per il mondo, la festività è molto sentita e celebrata al pari, o forse in modo anche più partecipato, del Natale in Italia.

Come per noi, la tradizione vuole che sia una festa di famiglia con il cenone dell’Ultimo e il pranzo del Primo rigorosamente a casa con i parenti.

Simile a quanto avviene nel Natale, è anche la tradizione dei doni, ma è diversa la formula.

I cinesi sono pratici e pragmatici, invece di perdersi tanto a scegliere i regali, si scambiano delle Buste Rosse con dentro del contante, le famose “HongBao” (Hong=rosso, Bao=busta).

Nell’era Fintech e nel Paese dove più velocemente il Fintech sta cambiando la vita quotidiane, non potevano che diventare elettroniche anche le HongBao.

Infatti la diffusissima App di instant messaging WeChat (di cui sul nostra testata abbiamo già scritto più volte) ha un super tecnologico “borsellino elettronico” con anche la funzione delle HongBao.

Gli utenti possono inviare agli amici delle Buste Rosse virtuali (della cifra preferita) che arrivano nella schermata della Chat, come se fossero un file o un video da aprire, senza che se ne possa vedere il valore, quindi come un busta e un dono vero che creano la curiosità ed emozione.

Come l’utente clicca, il sistema mostrato il valore e istantaneamente lo accredita sul borsellino.

Viene da pensare: “Si’, carino, magari qualcuno lo usa”.

14,2 miliardi di Fintech HongBao scambiate fra Cinesi lo scorso 27 Gennaio!

Miliardi… sì, avete letto bene, 14.200.000.000 Buste Rosse elettroniche e relativi movimenti finanziari reali scambiati su WeChat in 24 ore.

Di media oltre 10 buste a testa per ciascun cinese. In realtà di media 20 a testa per i 700 Milioni di utenti WeChat.
A fare volume soprattutto le buste inviate nelle chat di gruppo, con un solo invio di una cifra cumulativa si manda una HongBao a ciascun membro del gruppo con una valore random a sorpresa. Chi riceve non può che rinviarne un’altra nel solito gruppo, innescando così un turbinio di Buste Rosse e soldi reali.

La cifra più gettonata 8,88 RMB (1,2 €) che in Cinese suona come “Fortuna e Ricchezza”, ma anche 6,66 RMB che suona come “Tutto va Bene”, e Milioni anche delle loro sorelle maggiori: 88,88 RMB e 66,66 RMB, che iniziano a essere soldi veri.

Nella grafica allegata [o al link http://mp.weixin.qq.com/s/WaBBXpChN1aNI3_Am9VvTg] altre incredibili dati sulla giornata tripudio del Fintech.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Pienamente operativa la piattaforma del primo private banker digitale italiano

(nella foto di apertura un’immagine della sede milanese di Euclidea) E’ pienamente acces ...

La Bundesbank ha paura del Fintech

Le aziende che operano nel settore del fintech richiedono una maggiore vigilanza perché hanno il po ...

“Un sospeso” da Starbucks con WeChat

In Italia abbiamo un bar ogni pochi metri, nelle città come nei piccoli centri, tanto che Starbucks ...