Bnp Paribas IP: restiamo neutrali sull’equity

A
A
A

Ecco la strategia settimanale a cura di Joost Van Leenders, chief economist multi asset solutions di Bnp Paribas IP.

di Diana Bin29 maggio 2015 | 14:17

I DATI USA NON BASTANO – I dati economici in arrivo dagli Usa hanno mostrato segnali di ripresa, ma le dichiarazioni di due alti funzionari della Federal Reserve hanno ricordato ai mercati la possibilità di un incremento dei tassi entro la fine dell’anno, favorendo la flessione degli indici azionari. Naturalmente, spiega Joost Van Leenders (nella foto), chief economist multi asset solutions di Bnp Paribas IP, “il rischio Grecia è ancora presente e l’eventualità sempre più probabile che Atene non riesca ad onorare il rimborso dei prestiti in scadenza ha fatto salire le pressioni sui mercati finanziari. Inoltre, i prezzi delle materie prime hanno frenato la tendenza al rialzo e sono persino lievemente diminuiti, a seguito di dati di crescita inferiori alle attese pubblicati in Asia, consentendo così un ribasso dei rendimenti obbligazionari”.

ASSET ALLOCATION: SOVRAPPESO AZIONARIO IN GIAPPONE RISPETTO ALL’EUROPA – In questo contesto, Bnp Paribas IP ha mantenuto invariata la posizione neutra nel comparto azionario globale, tenendo conto del fatto che i mercati hanno integrato nelle quotazioni il rilancio della crescita in Usa ed Europa (dove però la fase di accelerazione potrebbe essere finita) e le notizie in arrivo da numerosi paesi emergenti non sono state positive. I fattori favorevoli – come le politiche monetarie espansive e l’abbondante liquidità sui mercati – non sono stati sufficienti infatti a prendere una posizione sovrappesata, ma abbiamo mantenuto la sovraesposizione nei paesi emergenti asiatici rispetto agli altri mercati in via di sviluppo.

GIAPPONE – Abbiamo realizzato i profitti maturati grazie al sovrappeso nei listini azionari del Giappone rispetto a quelli europei. Prevediamo che la crescita e l’inflazione si attesteranno su livelli più bassi rispetto alle stime della Banca del Giappone, ma tendiamo ad escludere che l’istituto centrale aumenterà il ritmo dell’allentamento quantitativo in tempi brevi. Siamo, invece, più ottimismi per le prospettive di crescita dell’area dell’euro. Naturalmente, i negoziati tra la Grecia e i suoi creditori rappresentano un rischio per le azioni europee, e persino il governo di Atene adesso ammette che il paese tra breve non sarà in grado di rispettare i propri obblighi nei confronti dei creditori senza nuovi aiuti finanziari.

GRECIA – Tuttavia, l’accentuarsi del rischio Grecia per il momento non si è propagato ad altri mercati. Le banche estere, infatti, hanno liquidato quasi completamente l’esposizione verso la Grecia, mentre la Bce continua ad acquistare obbligazioni su larga scala (ma non i titoli ellenici). L’isolamento del rischio Grecia potrebbe far salire le probabilità di un’insolvenza o dell’uscita di Atene dall’area dell’euro poiché i creditori potrebbero essere meno disposti a trovare un compromesso, ma a nostro parere tale esito non è il più probabile.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bnp Paribas Ip: sottopeso nell’azionario

Bnp Paribas Ip: gli investitori cercano opportunità in Europa

Bnp Paribas IP: Jackson Hole fa luce sulle intenzioni della Fed

Bnp Paribas IP: prospettive incerte per la politica monetaria

Super campagna acquisti per Bnl-Bnp Paribas Life Banker

Bnp Paribas IP: Cina e Usa, non fidatevi delle apparenze

Bnp Paribas Ip: la Fed dovrebbe mantenere una politica espansiva

Bnp Paribas Ip: nervi più saldi per gli attivi rischiosi, ma i beni rifugio restano ancora molto ricercati

A Bnp Paribas Ip va il premio “Le Fonti”

Bnp Paribas, plusvalenza da 565 milioni

Bnp Paribas Ip lancia la strategia del dividendo responsabile

Joost van Leenders (Bnp Paribas Ip): “Prospettive favorevoli per l’Area Euro”

Bnl-Bnp Paribas Lb arruola 10 consulenti in tutta Italia

Bnl Bnp Paribas Lb nomina Crespi area manager di Como e Varese

Ingresso in rosa per Theam (Bnp Paribas IP)

Bnp Paribas Ip: si avvicina un nuovo rialzo dei tassi Usa

Bnp Paribas IP: la crescita globale ristagna, mercati in difficoltà

Bnp Paribas lancia due obbligazioni senior

Bnp Paribas lancia un’Opv su cinque certificati

Bnp Paribas Ip: le fluttuazioni del greggio e l’altalena sui dati tengono sulla corda i mercati

Bnp Paribas IP: l’avversione al rischio non prevale ancora sui mercati

Bnl Bnp Paribas, arrivano altri otto Life Banker

Da Bnp Paribas due obbligazioni in sterline e real

Bnp Paribas Ip: la Yellen (Federal Reserve) solleva il morale dei mercati

Bnp Paribas IP: fondamentali i consumi per la crescita

Bnp Paribas Ip: Bce audace, ma le altre non intervengono

Artigiancassa lancia la nuova app Swizzy

Bnp Paribas IP: la BCE prova la terapia shock

Classifiche Bluerating: Generali in testa sugli Obbligazionari area euro governativi

Bnp Paribas Ip: I mercati sperano nelle banche centrali

Bnp Paribas emette due nuovi bond senior in valuta estera

Bnp Paribas quota una serie di nuovi Mini Futures

Bnp Paribas mette il Turbo ai suoi certificati

Ti può anche interessare

Assogestioni, il balzo in avanti di Generali

Il gruppo del Leone torna a registrare un dato di raccolta positivo, dopo i forti deflussi del mese ...

BlackRock finanzia la banda larga in Italia

Il fondo Usa vuole entrare con un investimento da 50 milioni di euro nel capitale di Linkem, societ ...

Non solo risparmio gestito: chef Cracco e Bebe Vio al Salone 2017

Spazio agli ospiti di eccezione: lo chef Carlo Cracco e l'atleta Bebe Vio protagonisti di due confer ...