Private equity, la nuova Mecca è il Caucaso

A
A
A
Private di Private13 febbraio 2018 | 11:07

Kazakistan, Turchia o Ucraina? Ecco un interrogativo che potrebbero porsi in futuro diversi fondi di private equity. La pensa così Ramil Maharramov, managing partner della società di investimenti Tethys Investments, specializzata sui mercati euroasiatici. In un editoriale sul popolare blog statunitense Seeking Alpha, il manager ha fatto notare un dato:  gli investimenti nell’Asia Centrale, in particolare nell’area del Caucaso, rappresentano per adesso solo lo 0,1% degli asset globali del private equity in una regione dove la crescita economica viaggerà però al 7% nei prossimi 10 anni. Ecco perché la quota dei flussi finanziari verso l’Eurasia cresceranno in futuro.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Paradisi fiscali, dove hanno portato i soldi gli evasori

L’associazione Aduc ricorda tutti gli scandali finanziari deli ultimi anni, dai Paradise Papers ai ...

Il biotech spinge in alto gli hedge fund

Il primo semestre dell’anno va in archivio con risultati molto positivi per l’industria ...

Blue Skye mette nel mirino Fila

L’azienda di matite Fila Fabbrica Italiana Lapis finisce nel mirino di Blue Skye. Secondo qua ...