Banca Leonardo, buoni risultati dai private banker

A
A
A
Avatar di Redazione 29 Gennaio 2009 | 08:50
Il difficile contesto di mercato non risparmia Banca Leonardo. I dati preliminari relativi all’esercizio 2008 mostrano che il gruppo ha realizzato ricavi per 187 milioni, di cui il 45% in Italia e il 55% nel resto d’Europa, mentre l’utile netto è risultato pari a circa 30 milioni. Erano 55 nel 2007.

In ogni caso Banca Leonardo ha investito parecchie risorse nella crescita futura. Nell’ambito del wealth management, per esempio, è proseguito il rafforzamento delle strutture di private banking e di gestione con l’arrivo di importanti manager come Perazzo, Gavazzi, Montalbano, Crosti, Attimis e Spanio che si sono aggiunti agli oltre 40 professionisti guidati da Paolo Langè.

Nel dettaglio le masse in gestione e in amministrazione della clientela privata ammontano a 6,5 miliardi di cui il 38% riferibili all’attività di private banking e il 62% a quella di asset management. Il totale della massa amministrata della clientela (compresa raccolta diretta) ha raggiunto quota 8,27 miliardi, erano 8,55 nel 2007, mentre i flussi netti di nuovi capitali per sono stati pari a 1,2 miliardi, “in grado di controbilanciare le negative performance del mercato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X