Promotori Finanziari – Le reti studiano nuovi prodotti e servizi

A
A
A
di Marcella Persola 12 Marzo 2009 | 09:57
Le reti hanno risposto prontamente alle richieste dei promotori finanziari, che vogliono più servizi e più prodotti. Ecco che cosa hanno detto a Bluerating sui loro prossimi progetti e su quello che hanno realizzato recentemente.

Urgono nuovi prodotti e le società di stanno attrezzando. A più voci le reti di promotori finanziari, i cui professionisti sono impegnati in prima linea, stanno richiedendo alle società nuovi prodotti e soprattutto nuovi servizi per andare incontro alle esigenze della clientela.

Già nello scorso Real Trend di Anasf era emerso che i promotori finanziari si aspettano dalle mandanti prodotti migliori e servizi più approppriati. Abbiamo girato la domanda alle principali società attive nel mondo del risparmio gestito per capire come stanno reagendo alle richieste dei propri promotori.

«Oltre a una nuova piattaforma tecnologica, abbiamo arricchito ulteriormente l’offerta di prodotti per fornire ai nostri promotori gli strumenti più adatti per riposizionare gli investimenti della clientela alla ricerca di stabilità e sicurezza. In particolare, stiamo indirizzando i nostri clienti verso forme di “investment allocation” sfruttando l’ampia gamma prodotti che F&F offre sia nel risparmio gestito sia in ambito assicurativo/pensionistico» ha dichiarato Armando Escalona, direttore commerciale di F&F Banca (Gruppo Deutsche Bank).

«Il cliente spesso oltre al singolo prodotto cerca un rendimento assoluto negli investimenti, che sia in linea con il proprio profilo di rischio. In particolare la nostra offerta prevede, coerentemente con le esigenze del mercato, diversi prodotti di liquidità. Inoltre, con l’attività di consulenza, è possibile offrire il corretto mix tra profilo di rischio del cliente e l’investimento migliore in base all’andamento atteso dei mercati» ha precisato Stefano Bisi, responsabile promozione finanziaria del Gruppo Credem.

Dal Gruppo Azimut fanno sapere che stanno rispondendo in modo tempestivo alle esigenze dei clienti e dei financial partner continuando a investire sulla gestione sia inserendo gestori di qualità sia lanciando nuovi prodotti sfruttando tutte le opportunità della Ucits 3. Inoltre in questo momento per permettere il graduale riavvicinamento al mercato azionario da parte degli investitori che hanno orizzonte temporale medio/lungo e un profilo di rischio medio/alto abbiamo lanciato incremento/decremento, un pac tra fondi in cui il cliente sceglie un fondo di partenza normalmente a bassa volatilità da trasferire a un fondo di destinazione con volatilità più alta.

Da Banca Fideuram invece dicono che è necessario continuare a investire in un’offerta completa e segmentata in funzione dei diversi target di clientela. Per affrontare il 2009 quindi il promotore deve poter contare su un’offerta di servizi e prodotti adeguata al contesto.

Per Gabriele Faa – responsabile commerciale di Zurich SIM invece l’attenzione va posto sui servizi. «Riteniamo che l’attenzione maggiore dei nostri clienti sia rivolta ai servizi più che ai prodotti, che per noi costituiscono una gamma ben diversificata e quindi completa. Analogamente pensiamo che anche i nostri pf siano più sensibili alla qualità del servizi che dei prodotti, ambito nel quale peraltro in questa fase di mercati difficili è stato non facile da parte delle fabbriche prodotto creare valore aggiunto».

Anche da FinecoBank precisano che sono impegnati nell’ampliamento della gamma prodotti e servizi disponibili e che la società offre la possibilità di guadagno su tutta l’attività bancaria.

Mentre da Banca Sara Private Financial Service fanno presente che stanno predisponendo dei prodotti che tendano a soddisfare il bisogno di sicurezza dei clienti, in particolare, con Sara Assicurazioni, la compagnia assicurativa del Gruppo, e che stanno mettendo a punto tutta una serie di prodotti sulla gestione separata, che in questa fase di mercato è particolarmente interessante. Inoltre la società sta distribuendo dei certificati che garantiscono il capitale del cliente, e che scommettono sulla ripartenza dei mercati. E per i clienti che vogliano entrare sul mercato azionario, invece, la società si sta impegnando ad ampliare la gamma di piani di accumulo che, in questa fase di mercato, può rappresentare una soluzione ideale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, un assaggio di HR Tech

Azimut, nuova acquisizione nei private market

Azimut, un finanziamento a tutta energia

NEWSLETTER
Iscriviti
X