Bpm presenterà offerta sul 10% del Monte Parma

A
A
A
di Redazione 10 Giugno 2010 | 15:15
Il direttore generale Fiorenzo Dalu ha confermato le indiscrezioni dei giorni scorsi e lascia intendere che potrebbe essere solo un primo passo.

Bpm è pronta ad entrare in Banca Monte Parma. A confermare i rumors circolati nei giorni scorsi è stato il dg dell’istituto, Fiorenzo Dalu, a margine di un convegno: “In Cda abbiamo deliberato di fare un’offerta per il 9,88% in possesso del gruppo Sella – ha detto – e di proporci come partner industriale di Banca Monte Parma nel rispetto del localismo e delle tradizioni ed in accordo con le fondazioni”.  “Dobbiamo fare un passo alla volta – ha aggiunto il manager a propostio di un’eventuale incremento della partecipazione oltre il 9,88% nella banca parmigiana – e per fare questo noi siamo disponibili ma ci dovrà essere un accordo con le fondazioni”.

“Siamo disponibili a far vivere la banca e a servire il territorio. Noi abbiamo sempre seguito il modello di banca federale e come tale abbiamo lasciato autonomia alle banche partecipate o controllate”, ha proseguito Dalu, che sulle motivazioni dell’interesse per Banca Monteparma ha spiegato che il territorio parmense “è una zona in cui non siamo presenti e quindi non ci sono sovrapposizioni e questo vuol dire che la banca avrebbe la massima libertà possibile visto che noi abbiamo solo uno sportello a Reggio Emilia e a Parma”.

“Banca Monteparma è un istituto che puo’ avere bisogno di utilizzare la struttura di una grande banca per tornare alla redditività e dare soddisfazioni ad un territorio sano che può aver bisogno delle sinergie di una grande banca”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X