Banche “risolte”, c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere gli indennizzi

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 22 Maggio 2017 | 09:30
Possono presentare domanda i risparmiatori coinvolti dall’azzeramento dei bond subordinati di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti.

LA SCADENZA – Scadono mercoledì 31 maggio i termini per presentare l’istanza di indennizzo forfettario al Fitd (il Fondo interbancario di tutela dei depositi) per i risparmiatori coinvolti dall’azzeramento dei bond subordinati di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti. Lo riferisce Plus. Possono presentare istanza gli investitori che hanno acquistato i bond entro il 12 giugno 2014 e che li detenevano al 22 novembre 2015, purché il loro patrimonio mobiliare sia inferiore a 100mila euro (al 31 dicembre 2015) e il totale del reddito Irpef nel 2014 fosse inferiore a 35mila euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Etruria, 14 ex dirigenti rinviati a giudizio

Banca Etruria, Fornasari evita due multe

Banca Carige, analogie e differenze con altre crisi bancarie italiane

NEWSLETTER
Iscriviti
X