La Mifid 2 in pillole

A
A
A

Si avvicina la data in cui la direttiva europea sui servizi finanziari diventerà legge. Un guida di Bluerating sui cambiamenti alle porte

Andrea Telara di Andrea Telara14 giugno 2017 | 09:20

Si avvicina la data in cui la nuova direttiva europea sui servizi finanziari Mifid 2 diventerà legge. Il governo ha già approvato uno schema di decreto che dovrà essere convertito definitivamente entro il prossimo 2 luglio (ed entrerà in vigore il 3 gennaio 2018. Bluerting segue da vicino tutti i cambiamenti in vista con l’arrivo di questa importantissima direttiva. A fondo pagina i lettori trovano una serie di link a diversi articoli pubblicati negli ultimi giorno che trattano della Mifid 2 e delle regole che i consulenti finanziari dovranno seguire da gennaio. Qui di seguito, invece, i punti principali del testo della direttiva.

TEMPISTICHE – Il 15 aprile 2014, la normativa Mifid 2 è stata adottata dal Parlamento europeo. Secondo le prime scadenze i singoli Stati membri avrebbero dovuto adottare le misure entro luglio 2016, recependo poi le norme entro il 3 gennaio 2017. Nel febbraio 2016 però Bruxelles è intervenuta per posticipare di un anno l’applicabilità di Mifid 2. Il limite è adesso fissato al 3 gennaio 2018.

PRODOTTI E INCENTIVI – Le imprese non potranno prevedere meccanismi di remunerazione che spingano gli operatori a raccomandare determinati strumenti finanziari piuttosto che altri più aderenti alle esigenze dei clienti. La Mifid 2 restringe il campo dei prodotti con servizio “execution only”. Le regole che saranno in vigore dal 2018 saranno ancora più severe.

PIÙ POTERI ALLE AUTORITÀ – Si prevede che l’Esma, l’Eba, per i depositi strutturati e le autorità di vigilanza nazionali (Consob e Banca d’Italia) abbiano la facoltà di vietare o limitare la distribuzione di taluni prodotti finanziari. In particolare le autorità europee e nazionali potranno valutare il merito dei prodotti offerti e potranno vietare su base temporanea la loro commercializzazione in caso lo ritengano opportuno.

TRASPARENZA COSTI – I costi, inclusi quelli della consulenza, devono essere indicati al cliente in modo aggregato: una misura complessiva che rende più immediato e chiaro l’ammontare degli oneri in capo all’investitore (e il loro peso sul rendimento atteso). Quando possibile questa informazione deve essere aggiornata e comunicata una volta l’anno.

FEE ONLY – Nuove norme sono previste anche in tema di consulenza finanziaria, con l’introduzione della consulenza “indipendente” (è stato inserito un articolo, il 30 bis, che autorizza i consulenti autonomi fee only e le Scf a prestare il servizio fuori sede) e con alcune specifiche previsioni che devono essere osservate dalle imprese di
investimento.

LEGGI ANCHE: REGOLE ESMA E MIFID 2, LE COSE DA SAPERE

LEGGI ANCHE. VENDERE UN FONDO, COSA CAMBIA CON LE REGOLE ESMA E LA MIFID 2

LEGGI ANCHE: CONGSIGLIARE UN’AZIONE, COSA CAMBIA PER I CF CON LE REGOLE ESMA E LA MIFID 2

CLICCA QUI O SUL RIQUADRO A FONDO PAGINA PER LEGGERE IL DOCUMENTO ESMA IN VERSIONE INTEGRALE


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Mifid 2, se il consulente diventa green

Poste Italiane a caccia di 500 consulenti

È solo un Bollettino, non un dogma di fede

Poste Italiane, giovani e belli…E consulenti

Unit linked, tesoro da 9 miliardi all’anno per i cf

Consulenti, le nuove tariffe in Gran Bretagna

Consulenti, 5 consigli per motivare il team di lavoro

Consulenti, le donne d’oro delle reti

Mifid 2, perché i consulenti finanziari possono guadagnare di più

Certificati, Mifid 2 e innovazione finanziaria ai Cf Webinars

Aviva, raccolta col turbo grazie ai cf

Reti, raccolta ancora tonica

Polizze, se l’agente di assicurazione fa concorrenza al consulente finanziario

Consulenza finanziaria, quanto costa iniziare la professione

La (buona) paga del cf: il modello di Fineco

Si scatena il Big Bang, ma l’industria tiene

Cf, come aumentare la concentrazione sul lavoro

Sorpresa: anche i millennials preferiscono i cf in carne e ossa

ITForum Milano al via: si parla di Mifid 2, Albo e commercialisti

Consulenti finanziari, se ne parla a Mi Manda Rai Tre

Mainò (Nafop): “I commercialisti nell’Albo? Sì ma coi requisiti giusti”

Poste Italiane, cambiamenti in vista nella rete dei cf

Albo cf, arriva l’emendamento-sveglia per la Consob

Consulenti, a Verona si chiude il Fee Only Summit

Certificazione Efa, a ITForum eventi gratuiti per mantenerla

Consulenti e Fintech nell’era di Mifid 2: se ne parla alla Tol

Mifid 2, come cambieranno i consulenti finanziari

Efpa Meeting 2017, cala il sipario

Bufi (Anasf): cara Consob, chiariamo l’ambito di attività di autonomi e scf

Consulenti, Mainò (Nafop): il regolamento Consob? Tutto da riscrivere

Morgan Stanley Investment Management, al via l’Open Week

Incentivi, Albo e attività dei cf: così Ascosim risponde su Mifid 2

Ti può anche interessare

Le polizze di Pramerica Life si espandono in Toscana

Accordo con Banca Cambiano 1884, istituto di Castelfiorentino (Fi) ...

Irregolarità con i clienti, radiato ex Fineco

Radiazione del sig. Matteo Baldon dall'albo unico dei consulenti finanziari ...

Preiscrizione autonomi e scf, il punto della situazione

Qualche tempo fa Ocf aveva annunciato il probabile avvio della procedura di preiscrizione al nuovo A ...