Julius Baer, pollice verso degli azionisti ai maxi-bonus

A
A
A
di Redazione 11 Aprile 2013 | 07:04
L’assemblea degli azionisti ha votato “no” al rapporto sulle remunerazioni del top management. Si tratta comunque di un voto consultivo, quindi non vincolante…

NO AI MAXI BONUS – L’assemblea degli azionisti di Julius Baer ha votato “no” al rapporto sulle remunerazioni del top management. Si tratta di un voto consultivo, quindi non vincolante, ricorda Il Sole 24 Ore. Ma la decisione dell’istituto elvetico evidenzia una netta presa di posizione contro i maxi bonus, in linea con la tendenza in atto in Svizzera.

OK AL BILANCIO – Al termine dell’assemblea di Julius Baer riunitasi ieri, i voti contrari erano il 63,9%, mentre quelli a favore si sono fermati al 36,1%. Il bilancio 2012, chiuso con un utile di 298 milioni di franchi (+15% anno su anno), è stato invece approvato dal 99% dei votanti.

LE REMUNERAZIONI DEL TOP MANAGEMENT -  Le remunerazioni per i top manager della direzione generale ammontano a 15,2 milioni di franchi (contro i 13 milioni di un anno prima)  e includono premi per 1,95 milioni legati all’integrazione di alcune attività ex Merrill Lynch. La retribuzione complessiva del ceo Boris Collardi ammonta a 6,7 milioni di franchi (5,9 milioni nel 2011). Julius Baer ha preso atto del vorto consultivo e ha fatto sapere che adotterà provvedimenti affinché gli azionisti approvino il rapporto sulle remunerazioni nel corso della prossima assemblea.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X