Banche in crisi, oggi sono 13 quelle in amministrazione straordinaria

A
A
A
di Redazione 11 Febbraio 2014 | 10:10
Ultima in ordine di tempo la Bcc Irpina. La Popolare di Spoleto, dal canto suo, ha visto l’amministrazione straordinaria prorogata per altri sei mesi.

PROCEDURE DI AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA – La Banca d’Italia ha aggiornato il mercato sulle procedure di amministrazione straordinaria in corso al 28 gennaio scorso, e lo ha fatto attraverso un documento reso noto alla fine della scorsa settimana. Adesso risultano essere 13 le banche coinvolte. Ultima in ordine di tempo la Bcc Irpina. Il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni, su proposta della Banca d’Italia, ha firmato nei giorni scorsi il decreto per lo scioglimento del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale della Bcc con sede legale a Montemiletto, in provincia di Avellino. La banca conta 80 dipendenti ed è tra le maggiori realtà della Campania per volumi intermediati. La Popolare di Spoleto, dal canto suo, ha visto l’amministrazione straordinaria prorogata per altri sei mesi. Sempre uno, invece, l’intermediario non bancario. Ricordiamo che l’amministrazione straordinaria è una procedura concorsuale che punta al recupero e al risanamento delle imprese in stato di insolvenza, al fine di evitare la dispersione del patrimonio aziendale e la perdita di posti di lavoro. Mira, insomma, a evitare il fallimento dell’azienda.

Di seguito, la tabella con tutti i nomi (fonte: Bankitalia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti