Promotori, training class: oggi si parla di contratto di consorzio

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2015 | 14:16
La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, in tema di voto di delega, era quella corrispondente alla lettera “C”.

RISPOSTA “C” – La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, in tema di voto di delega, era quella corrispondente alla lettera “C”. La riproponiamo qui di seguito:

A norma dell’articolo 137 del Testo Unico della Finanza, lo statuto di una società può prevedere disposizioni dirette a facilitare l’espressione del voto di delega da parte degli azionisti?

A: No, a meno di apposita autorizzazione da parte della CONSOB
B: Sì, ma la richiesta di deleghe di voto deve essere rivolta a non più di 200 azionisti
C: Sì, nel caso di azionisti dipendenti
D: No, mai

NUOVO QUESITO – La nuova domanda della nostra “training class”, dedicata alla formazione dei promotori finanziari (o aspiranti tali), riguarda il cosiddetto “contratto di consorzio”. Mettetevi alla prova e tornate domani a verificare la risposta.

Se un contratto di consorzio non è fatto per iscritto:
A: è valido ed efficace
B: è nullo
C: è valido solo se si tratta di consorzio con attività esterna
D: è valido ma inefficace

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il codice deontologico Anasf

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il risparmio amministrato

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con la prova valutativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X