Mps, è ufficiale: Profumo lascia la presidenza

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Luglio 2015 | 06:39
Venerdì 24 luglio, a mercati chiusi, una nota della banca ha comunicato le dimissioni del presidente. Massimo Tononi candidato per la successione.
MPS, PROFUMO LASCIA – È ufficiale: venerdì 24 luglio, a mercati chiusi, una nota di Banca Mps ha fatto sapere che Alessandro Profumo ha rassegnato le dimissioni da presidente e membro del cda di Banca Monte dei Paschi di Siena “a far data dal 6 agosto prossimo, a conclusione del consiglio di amministrazione di approvazione del resoconto intermedio di gestione della banca al 30 giugno 2015. Dopo tre anni intensi passati alla guida della banca, il presidente uscente Alessandro Profumo, che si dedicherà in futuro ad attività imprenditoriali, ringrazia i dipendenti di Banca Monte dei Paschi di Siena per gli importanti risultati ottenuti, resi possibili dalla collaborazione, dalla passione e dal senso di appartenenza che tutti loro hanno sempre dimostrato”, prosegue la nota. ”Nel ringraziare l’amministratore delegato e i componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale, che non hanno mai fatto mancare la loro fiducia e il loro sostegno, Alessandro Profumo intende formulare il più sincero ringraziamento per il proficuo lavoro svolto insieme e i migliori auspici per un futuro pieno di successi”, si legge nel comunicato. “Tutti i componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale esprimono i più sentiti ringraziamenti al presidente uscente per l’attività profusa nello svolgimento del suo incarico, supportata dalla sua elevata esperienza e professionalità”, conclude la nota.
 

TONONI CANDIDATO ALLA SUCCESSIONE – Chi lo sostituirà? Secondo diversi organi di stampa, fra i quali l’agenzia AdnKronos, sarà Massimo Tononi, attuale presidente di Borsa italiana e di Prysmian, il candidato indicato da alcuni dei principali azionisti di Monte dei Paschi alla successione di Profumo. In una nota la Fondazione Mps, Fintech Advisory Inc. e Btg Pactual sottolineano “l’alto profilo di tale candidatura” auspicando che “su tale nominativo possa convergere un ampio consenso dei soci di Banca Mps“. Trentino, 51 anni ancora da compiere, Massimo Tononi è da giugno 2011 presidente di Borsa Italiana e da aprile 2012 presidente del consiglio d’amministrazione di Prysmian. Figlio del politico Giorgio Tononi e fratello dello psichiatra e neuroscienziato Giulio, Tononi vanta solidi legami con l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi: infatti dopo esserne stato assistente nella seconda esperienza alla guida dell’Iri, nel 2006 lascia l’incarico di partner managing director in Goldman Sachs, per diventare sottosegretario all’Economia del secondo governo Prodi. Dopo la caduta del governo torna in Goldman Sachs per diventare nel settembre 2010 è membro del board della London Stock Exchange con la qualifica di non-executive director. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo: al mercato la nomina di Profumo non è piaciuta

Mps, archiviazione per Viola e Profumo

Mps, Profumo e Viola indagati

Profumo: “Gli stress test esercizio teorico”

Banche, dopo Mps Profumo conquista Equita sim

Banche, Profumo: in 10 anni metà filiali in meno

Milano evita il rosso, Mps in luce dopo parole Profumo

Ancora una giornata sì per Milano, vola Mps: +5,5%

Mps stabile dopo preannunciato addio di Profumo

UnipolSai sale in attesa della cessione di asset

Euro: il mercato voleva qualcosa in più

Profumo (Mps): l’Unione bancaria livella il terreno di gioco tra i diversi Paesi

Fondazione Mps scende al 35% di Mps

Mps, Profumo elogia Viola: “La banca performerà”

Mps, Proto Organization verso l’aumento della quota

Mps: nessun nuovo socio sopra il 2%. Per ora

Mps vola in Borsa, faro della Consob sul titolo

“Mi piace fare il banchiere”. Guarda il video-intervista a Profumo

Profumo, Mps non ha un piano B per salvarsi

Mps e quei 100 dirigenti di troppo

Mps, è ufficiale: Alessandro Profumo tra i candidati

È già casta padana

Anche il futuro di Pioneer nell’eredità di Profumo

Unicredit, la resa dei conti

Unicredit, oggi il vertice. In 25 vogliono Pioneer

Unicredit, oggi i conti e il bancone

Unicredit: ecco la lista dei manager della rete commerciale

Unicredit riapre il covered bond

Unicredit, destinazione Libia

Unicredit, Piccini country manager Italia

Unicredit vicino il varo del nuovo country manager

Banca Unica, al via il toto-nomine

Unicredit, il “bancone” va avanti

NEWSLETTER
Iscriviti
X