Crack bancari, il fondo volontario sopra i 300 milioni

A
A
A
di Andrea Telara 31 Marzo 2016 | 08:20
Aumenta la dotazione dell’organismo che ha il compito di ripianare i dissesti degli istituti di credito

SOLDI ANTICRACK – Di nuovo sopra i 300 milioni di euro. E’ la dotazione del fondo volontario che serve a risolvere eventuali crisi bancarie e che gli istituti di credito italiani, secondo quanto riporta il quotidiano Mf, hanno deciso di rimpinguare con una nuova iniezione di liquidità, dopo che le risorse erano scese a 40 milioni di euro. Questo organismo, nato nel novembre scorso nell’ambito dell’Fitd (il fondo interbancario per la tutela dei depositanti), è già intervenuto in alcuni crack bancari come quello di Tercas e dei 4 istituti regionali falliti a fine 2015 (Banca delle Marche, Banca Etruria, Carife e CariChieti).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fitd riunisce oggi il board, esaminerà dossier Carige

Conti correnti, 284 miliardi di euro non tutelati

NEWSLETTER
Iscriviti
X