Diamanti in banca, come riavere i soldi da Intesa Sanpaolo

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 20 Novembre 2017 | 10:45
L’invito dell’associazione dei consumatori Aduc a recarsi in agenzia senza passare dall’intermediario Dpi.

I clienti devono solo recarsi in agenzia per vedere sistemata la propria posizione. E’ il suggerimento che l’associazione dei consumatori Aduc dà a chi ha acquistato i diamanti da investimento presso gli sportelli del gruppo Intesa Sanpaolo (multato dall’Antitrust nelle scorse settimane assieme a UniCredit, Mps e Banco Bpm per aver venduto le pietre preziose a prezzi gonfiati). In un articolo pubblicato nel proprio sito web a firma di Anna D’Antuono, l’Aduc ricorda che “sin dallo scorso febbraio, i clienti Intesa Sanpaolo che andavano a protestare con le buone venivano risarciti dell’intero importo investito nei diamanti di Diamond Private Investment (Dpi) venduti tramite la loro rete”.

“E’ ora arrivata l’ufficializzazione”, aggiunge l’Aduc, “lo scorso 14 novembre, l’agenzia Reuters ha infatti riferito di una circolare di Intesa Sanpaolo nella quale si evidenzia l’impegno irrevocabile al riacquisto dei diamanti, di qualsiasi qualità e dimensione, allo stesso prezzo pagato inizialmente dai clienti nel caso che un precedente tentativo di usufruire dei servizi di rivendita di Dpi sia rimasto inevaso”.

Tuttavia, aggiunge ancora l’associazione dei consumatori, “l’intermediario Dpi non trova più, per fortuna, persone a cui rivendere il diamante a prezzo gonfiato ceduto dal cliente”. Dunque, a detta dell’Aduc, “è ovvio che sia Intesa Sanpaolo a dover risarcire”. Meglio dunque andare subito allo sportello e chiedere di essere risarciti. “ Se di mossa reputazionale si tratta”, conclude l’articolo, “che sia fatta come si deve, senza praticare la solita bella abitudine di risarcire soltanto i clienti che protestano, contando sulla disinformazione di una bella fetta di essi. La mossa di Intesa Sanpaolo apre come ovvio un varco nelle vertenze riguardanti le altre banche che hanno piazzato alla clientela diamanti Dpi e Idb”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Spauracchio investimenti, dopo i diamanti arriva l’allarme francobolli

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Papa e consulenti, la stoccata di Aduc all’Anasf

Ti può anche interessare

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Credemtel, società del Gruppo Credem attiva nell’offerta di servizi digitali ad aziende e Pubblic ...

Tecniche avanzate di negoziazione: Spread Trading Sistematico

Le tradizionali tecniche di negoziazione sui mercati finanziari non sembrano più essere così ef ...

Consulenti, così si diventa fedeli alla mandante

Consulenti, tutte le clausole contrattuali con cui le società mandanti possono legare a sé i consu ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X