Banche e reti, stipendi da favola

A
A
A

Nella classifica stilata da Milano Finanza, in testa ci sono i manager dell’industria e delle banche. Ma stipendi d’oro anche per gli ex Azimut Malcontenti e Mungo e buoni piazzamenti per Foti (Fineco), Doris (Meiolanum) e Albarelli (Azimut).

Andrea Telara di Andrea Telara9 aprile 2018 | 10:16

I manager dell’industria, delle banche e della assicurazioni guidano la classifica ma anche quelli delle reti e delle sgr non se la passano male. E’ quanto emerge dalla graduatoria dei dirigenti più pagati di Piazza Affari, secondo la classifica pubblicata sabato 7 aprile dal settimanale Milano Finanza, sulla base dei dati pubblicate dalle società quotate in borsa e relativi al 2017. Mentre Flavio Cattaneo di Tim ha portato a casa 26 milioni grazie alla liquidazione incassata prima di lasciare il suo incarico, al secondo posto tra i manager più pagati c’è  Sergio Marchionne di Fca con oltre 13 milioni di euro.

Nel settore finanziario arriva primo Carlo Cimbri di Unipol con quasi 4,5 milioni di euro lordi. Segue Carlo Messina di Intesa Sanpaolo che porta a casa ben 4 milioni di euro. Tra le reti, le società di consulenza finanziaria e di gestione patrimoniale, lo stipendio più alto nel 2017 è stato incassato dall’ex di Azimut Marco Malcontenti (2,47 milioni), influenzato però dagli emolumenti legati alle buonuscite. Stesso discorso per la sua collega Paola Mungo (ex co-ad) che ha incassato più di 1,8 milioni.

Tra gli altri top manager delle reti e delle sgr, il n.1 di FinaecoBank, Alessandro Foti,  ha incassato 1,08 milioni di euro lordi, Marco Carreri di Anima 1,48 milioni, Massimo Doris di Banca Mediolanum 1,35 milioni, Sergio Albarelli di Azimut 1,12 milioni, Gian Maria Mossa 912 mila euro, Paolo Martini di Azimut 724 mila euro. Per Ennio Doris, patron di Banca Mediolanum, il compenso è stato invece di 600mila euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Banche, l’Inventive Banking sarà fondamentale

IWBank, settebello nel reclutamento

Doris ha un tesoro di 100 milioni

Ti può anche interessare

Anasf, ottobre è il mese dell’educazione finanziaria

Partirà il 30 settembre e proseguirà fino al 6 ottobre la terza edizione della World Investor Wee ...

Bancari, lo zombie dell’articolo 18

Le richieste dei sindacati per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro: 200 euro di aumenti e ...

Due nomine di primo piano per Generali Investments Partners

Generali Investments Partners S.p.A. ha rafforzato la propria struttura con due nomine che ne arricc ...