Versato assegno postdatato? L’operazione va stornata

A
A
A

Nuovo appuntamento con Sportello Advisory

Marco Muffato di Marco Muffato7 settembre 2018 | 11:30

Domanda: Un cliente, senza accorgersene, ha versato in conto un assegno emesso con data successiva di un mese. Dall’istituto mi invitano a fargli firmare una dichiarazione di storno, con ritorno dell’assegno al cliente. Mi pare strana una procedura del genere. G. V., Genova

Risposta: È strana ma viene applicata per fare un favore al cliente. L’articolo 31 del R.D. 21 dicembre 1933, n. 1736 (‘Legge sull’Assegno’) stabilisce infatti: “L‘assegno bancario è pagabile a vista. Ogni contraria disposizione si ha per non scritta. L’assegno bancario presentato al pagamento prima del giorno indicato come data di emissione è pagabile nel giorno di presentazione”. In altri termini la postdatazione dell’assegno non determina la nullità dell’assegno emesso, ma solo la nullità del patto di postdatazione, permettendo al creditore di esigere immediatamente il suo pagamento (l’assegno è pagabile a vista). L’assegno bancario postdatato è pagabile nel giorno in cui è presentato per il pagamento, anche se la presentazione è anteriore alla data di emissione indicata sul titolo. Però, ed eccoci alla richiesta della banca, il successivo articolo 121 impone al presentatore la regolarizzazione fiscale, da parificarsi alla cambiale, a meno che la postdatazione non superi i 4 giorni. Molto meglio stornare l’operazione, considerandola come mai avvenuta, che pagare il bollo sulle cambiali e la sanzione.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Elio Conti Nibali e quei ricordi dell’ufficio

Consulenza finanziaria, sostenibilità solo di facciata

Consulenza e coronavirus, un sondaggio svela come ci stiamo comportando

Consulenza e trasparenza dei costi, le osservazioni di Federpromm

Il Paese dove il consulente è nudo

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Consulenti, Mifid 3 sarà solo una toppa

Consulenza, come sarà il wealt management nel 2025

Poste Italiane, consulenza ad ampio raggio

Consulenza e certificati al FeeOnly di Verona

Credem, destinazione innovazione

Consulenza e illiquidi, tra rivoluzione e rischi

Consulenza, l’industria tiene ma senza più i fasti

Il contributo della consulenza all’educazione finanziaria degli investitori

Consulenza fiscale, Mediolanum spiega gli Indici Sintetici di Affidabilità

Private banking in Italia, ecco quanto vale e chi comanda

Le truffe dei consulenti, viste dal fee only

Consulenza e trasparenza costi: per ora è un mezzo flop

Consulenza, l’esercito dei potenziali clienti esclusi

Rendiconti Mifid 2, è il turno di IWBank

Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

Allianz Bank FA, quando Mifid 2 fa rima con crescita

Consulenza d’estate, manuale di sopravvivenza

IWBank, give me five

I giovani hanno fame di consulenza

La consulenza è un gioco di squadra

Nuovi Pir, Doris boccia il governo

Mediolanum svela l’antidoto contro il male del fai-da-te

Consulenza noir: Nicaragua, i reali sauditi, il figlio di Gelli e un radiato

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza: il futuro delle Scf

Reti Champions League, collegamenti impossibili

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Ti può anche interessare

Coronavirus, da Intesa arrivano 15 miliardi di misure per le imprese

Sostenere le imprese italiane nel fronteggiare l’emergenza globale del Coronavirus, garantire cont ...

8 abitudini di successo nella consulenza finanziaria

Raggiungere il successo nella consulenza finanziaria non è proprio semplice, come in ogni settore d ...

Oggi su BLUERATING NEWS: tagli ai bonus

Non perdete la puntata di oggi di Bluerating News, in diretta su Bfc alle 19.00 e disponibile in pod ...